…dopo aver ‎nuotato con le tartarughe, mi siedo in mezzo al mare su una delle panche in legno, bianche e galleggianti. La giornata finisce così.

Fatti diventare nostri: sandwich, birre e una quasi insolazione‎ prendiamo la nostra bella macchina a noleggio e ci dirigiamo verso l’Hotel, a sud.

 

b2ap3_thumbnail_barbados-2-10.jpgConosco nella hall un uomo‎ sulla cinquantina con il compagno il quale mi chiederà più di una volta, dopo avergli detto che è solo un amico che conosco da più di 20 anni, da quanto tempo sono fidanzato con Saimon. Non sarà l’unico ad avere questa domanda da farci.

Oltre a questo, capisco che la coppia ‎si è già ritirata dal lavoro ormai da tempo, ben prima dei 50 anni. Passano cinque, sei mesi alle Barbados e il resto in una casa nel verde, fuori Montreal. Uno dei due, mi racconterà più avanti, dice che questo stile di vita è possibile perché anni prima ha venduto un non meglio identificato marchio, ricevendo così una bella somma.

 

La sera ci dirigiamo a Oistins, qualche km più a sud da dove siamo noi. 

Ci consigliano un ristorante di pesce.

È un posto all’aperto molto spartano, ma altrettanto caratteristico, dove cucinano pesce alla griglia‎.

Pieno di gente del posto (bajan) e turisti, ci accomodiamo su un grosso tavolo in legno, chiedendo a persone mai viste prima se gradissero la nostra presenza.

Dopo aver effettuato l’ordinazione, chiacchieriamo con una coppia di Manchester che siede davanti a noi.

Entrambi sulla sessantina, questa tenera coppia non faceva un viaggio insieme da circa 20 anni. Si parla come al solito di calcio, ma sopratutto, la nostra curiosità, chiede della loro gioventù negli Anni 60, in Inghilterra. Ci raccontano della swinging london e i viaggi per andare nella city a comprare gli ultimi capi di moda e i dischi, i Beatles e i gli Stones, George Best e la regina Elisabetta, arrivando al punk e finendo con David Beckham. Mangiamo tonno e pesce spada fresco insieme e ne esce una serata piacevole. 

 

La sera non c è molto da fare.

I ristoranti chiudono presto e i locali, come gli intendiamo noi, sono molto turistici. 

Dicono che durante lo spring break (vacanze degli studenti statunitensi, a marzo e aprile) si riempiano  all’inverosimile.

Voglio sfruttare questi dieci giorni per mangiare, dormire e prendere il sole, e così farò.

b2ap3_thumbnail_barbados-2-6.jpgAlle sette del mattino, sono un ragazzo che sorride e scambia battute con delle coppie anziane sedute a fare colazione, e mi sento un bravo ragazzo.

Dopo aver mangiato di tutto (da solo, mentre Saimon dorme) alle otto e un quarto sono sdraiato sulla spiaggia che abbiamo davanti la struttura. Ampia, bianca e pulita.

Ci saranno si e no una decina di persone. Libro e cuffie, me ne andrò verso sera…

 

La mattina seguente decidiamo di fare un bel giro a 360 gradi. Dalla parte caraibica , dove ci troviamo, passando per la parte più selvaggia e inesplorata, ovvero la parte est, e ritorno…

(continua)

Leggi la prima parte: A Barbados il mimetico è illegale, sarà per questo che pullula di anziani? 

Commenti

CONDIVIDI