b2ap3_thumbnail_rondinara-ok.jpg

Una mezzaluna di sabbia bianca che racchiude una laguna dai colori polinesiani. protetta dall’Unesco, a metà strada tra Portovecchio e Bonifacio. Nell’aria, concerti di cicale.

 

Le barche arrivano qui in fuga dai clamori della Costa Smeralda, le macchine lungo l’impegnativa sterrata D 158, circa 7 chilometri. In caso di venti da est l’ancoraggio più ridossato è nella parte Nord del golfo, fra la secca e la spiaggia. Da questa posizione, che è la migliore per trascorrere la notte in rada, non si vede il mare aperto, sembra di essere in un lago.IIn bassa stagione i turisti cedono il posto alle mucche che gironzolano sulla spiaggia. Da non perdere il mercatino nella piazza del municipio, la domenica mattina, a Portovecchio: formaggi, miele, marmellate.

Dove dormire

A Bonifacio, Hotel Genovese, in un antico palazzo della Marina, sui bastioni della città, con vista sul mare e sul porto.
Indirizzo: Quartier de la Citadelle
Tel: 0033 495731234
Web: www.hotel-genovese.com
Prezzi: camera da 110 €.

Dove mangiare

A qualche chilometro da Rondinara, affacciato sul mare di Palombaggia, Le Tamaricciu, un capanno con il tetto in paglia serve insalate e pesce alla griglia.
Tel. 0033 495704989
Prezzi: da 20 euro.

Commenti

CONDIVIDI