espiritu_santo_messico

Folco Quilici, grande esploratore di mari in ogni parte del pianeta, ne è entusiasta. La sua isola, nel senso vero della parola, dopo tanti itinerari nel mondo, l’ha trovata finalmente qui, nel mare di Cortez, cinque miglia al largo di La Paz, in Baja California.

Un baluardo di rocce rosse, spiagge candide e acque azzurre per sentirsi Robinson, senza i disagi di un naufragio. Espiritu Santo è patrimonio naturale dell’Unesco. Grazie al mare strepitoso dove si nuota tra foche e leoni marini, tra mante e squali balena, si avvistano le orche.

Qui, in un’incantevole spiaggetta, Andrea Tamagnini, un italiano curioso che vive a Los Angeles, ha messo in piedi Baja Camp, un confortevole campo tendato per 10 happy few aperto solo da giugno a settembre, per cena il pescato del giorno nelle acque ricchissime. Con i kayak in dotazione al campo, si può navigare in magnifica solitudine, tra insenature limpide e profonde dove il solo rumore è il battere della pagaia. Per gli amanti del trekking ci sono percorrere sentieri panoramici per raggiungere i canyon, passeggiando  in mezzo a rocce e cactus maestosi. Ma si può anche partecipare a un safari alla vicina isola delle foche, nuotando tra di loro senza pericolo nemmeno per i bambini, oppure a un’escursione più impegnativa, con barche d’altura, per avvicinare branchi di easy whale, la balena che qui è di casa, perché protetta.

Baja Camp
Web: www.bajacamp.com
Prezzi: USD 500 per tenda a notte per 2 persone. Pensione completa inclusa.
Sono compresi il trasferimento dalla Baja Tecolote (25 minuti di macchina da La Paz) e ritorno. Sono incluse una escursione al giorno con la barca del camp, l’uso del kayak e di mute, maschera e pinne.
Soggiorno minimo di 3 giorni

Commenti