La voglia rimbalza da una parte all’altra del mondo. Blog, riviste, manuali sono pieni di suggerimenti, idee per tagliare i ponti con talk show, proclami dell’Isis, nebbie, giubileo, bad mood sempre più nero…

Un sogno che si può realizzare almeno per un mese, senza ridursi in miseria. Qualche libro, costume da bagno, e si è su una spiaggia da cartolina quasi deserta, davanti al mare trasparente, un baracchino che prepara aragoste e mojito… Grazie a Combotour, un piccolo tour operator milanese che propone 30 giorni in Thailandia con volo di linea Emirates, voli interni, trasfer, 4 notti in hotel 4 stelle a Bangkok e 25 pernottamenti in hotel 3 stelle a Phuket, tutti con prima colazione, a 1199 euro. La prima partenza è il 15 gennaio con ritorno il 14 febbraio, ma sono possibili anche altre date, non nei periodi più richiesti, come, per esemio, Pasqua. 

b2ap3_thumbnail_thailandia-per-un-mese.jpgSi può recuperare le forze, inventarsi nuovi progetti per cambiar vita o semplicemente flâner, perdere tempo, come dicono i francesi, a Kata (nella foto a destra) e Koran beach oppure nella defilata Banana Beach, la scenografica star dell’isola. Uno scoglio in mezzo alla baia annuncia Ya Nui Beach, due calette di sabbia incastonate tra scogliere e colline verdi, perfetta per lo snorkeling. A fine viaggio, a Bangkok, a 200 metri d’altezza, si brinda a un mese di vita guadagnato nello spettacolare Sky Bar in cima al raffinato hotel Le Bua, colonne bianche in stile neoclassico, luci che cambiano ogni minuto,  dove ascoltare jazz a picco sul fiume Chao Praya.

Commenti

CONDIVIDI