b2ap3_thumbnail_crowdfunding-1.jpg

b2ap3_thumbnail_crowdfunding-1.jpgLo so, in Italia non è ancora nelle nostre corde. Ma abbiamo deciso di provarci lo stesso, e per finanziare il nostro nuovo format tv di viaggio abbiamo deciso di tentare la strada del crowdfunding. E quindi abbiamo, ora più che mai, bisogno di tutti voi lettori.

 

Per dar vita alla nostra prima campagna di crowdfunding, un processo collaborativo di un gruppo di persone che utilizza il proprio denaro in comune per sostenere gli sforzi di persone ed organizzazioni (la nostra campagna potete trovarla qui), abbiamo scelto il sito americano Indiegogo, e l’obiettivo che ci siamo posti è quello di recuperare almeno una parte del budget necessario per la produzione di un nuovo format tv di viaggio. La quota richiesta è assolutamente libera, dal singolo dollaro (75 centesimi: come dire, ce lo offrite un caffé?) alle quote più impegnative per le quali sono previsti dei “ritorni” anche per gli investitori, di cui vi parlerò tra poco.

Visto che vi stiamo chiedendo tanto (qualche euro in termini economici, ma un grande sforzo simbolico), abbiamo deciso di essere il più trasparenti possibile. I costi di ogni singola puntata, ridotti al minimo, si aggirano intorno ai 3.000 €, tra cameramen, montatori, grafiche, autori, traduttori (sarà realizzata sia la versione in italiano, sia quella in inglese) e spese di produzione (trasferte, vitto, alloggio), motivo per cui il budget necessario per produrre 10 puntate si aggira attorno ai 30.000 €. Tramite la campagna di crowdfunding, cercheremo di coprire una parte dell’intero budget (15.000 $, circa 11.400 €), destinata alle spese principali. Il resto, sarà a carico nostro, come investimento per far girare sempre di più i nostri video nella speranza di trovare, in futuro, investitori interessati a sponsorizzare la produzione.

Perché contribuire alla campagna di crowdfunding? Mettiamola così: su www.sailingandtravel.it, dal momento della sua nascita ad oggi, vi abbiamo offerto sempre tutto in maniera assolutamente gratuita, offrendovi reportage, video, blog e tutto il resto senza mai chiedervi un euro per abbonamenti e cose simili. Adesso, abbiamo bisogno di voi. Per aiutarci a rimanere indipendenti come siamo sempre stati sin dal primo giorno, e dunque fuori da logiche di marketing e pubblicitarie; per aiutarci a dimostrare che anche in Italia può avere senso provarci con un progetto giovane (la nostra redazione è quasi tutta composta da under-30) e autofinanziato; per farci fare il salto di qualità necessario per offrirvi contenuti sempre più esclusivi.

Come dicevo prima, infine, la quota da mettere è assolutamente libera (pagamento con PayPal o carta di credito), perché anche un singolo dollaro è importante, mentre per i nostri finanziatori più importanti proviamo anche a offrire qualcosa in cambio: con 25 $ (19 €) si ha diritto a un abbonamento annuale al nostro magazine in Digital Edition; con 100 $ (76 €), oltre all’abbonamento, vi offriamo la possibilità di far comparire il vostro nome nei titoli di testa e di coda di tutte le puntate, con un ringraziamento speciale (e ci mancherebbe altro!); infine, con la quota da 500 $ (382 €), oltre alle due proposte precedenti, aggiungiamo anche la particolare possibilità di avere la redazione di Sailing & Travel Magazine a disposizione, per 12 mesi, per la realizzazione di reportage “su richiesta”, customizzabili secondo le vostre necessità (dovete andare in Polinesia, nel tale mese, con un budget di tot euro? Benissimo, uno dei nostri giornalisti vi preparerà un articolo su misura per voi…).

Bene, dopo tutta sta manfrina, non mi resta che ringraziarvi tutti in anticipo per il supporto che riuscirete a darci, e segnalarvi il link per la campagna: http://www.indiegogo.com/projects/the-new-travel-series-by-sailing-travel-magazine/x/3517614. L’obiettivo, lo sappiamo, sarà difficilissimo da raggiungere. Ma se il progetto partirà, sarà solo grazie a voi. E vi prometto che sapremo ricompensarvi mettendo a disposizione, come ormai facciamo da 2 anni, tutta la nostra passione e professionalità.

A questo link (https://vimeo.com/55787494), invece, potete vedere la prima puntata, quella pilota, del format tv, prodotta (autofinanziata) qualche mese fa alle isole Vergini Americane. Se questa avrà un seguito, sarà solo grazie a voi!

Commenti

CONDIVIDI