social-networking

La comunicazione nel panorama del mercato nautico rappresenta un momento particolarmente delicato per l’azienda in quanto determina non solo l’impatto sullo specifico potenziale consumatore ma anche la sua immagine globale. Pertanto diviene focale la decisione di sviluppare la propria azione informativa tramite personale di vendita o campagne pubblicitarie, promozionali o di relazioni esterne. La comunicazione è uno dei fattori considerato di più recente importanza di crescita per una azienda. Analizzare la comunicazione di marketing nelle imprese nautiche è compito tutt’altro che facile, per espletare  il quale è necessario analizzare il prodotto “yacht” in un’ottica di tipo market oriented. Per far ciò è prioritario iniziare con l’analisi del prodotto yacht, passare alla comunicazione aziendale complessiva delle imprese nautiche (corporate communication) per poi scendere via via nell’analisi specifica della comunicazione di marketing delle imprese nautiche.

Analizzando più di 200 cantieri nautici sparsi in tutto il mondo è risultato che poco meno del 16% dei produttori nautici è presente con un account di almeno un social networks. Di quel poll presente in molti casi gli account sono poco frequentati e soprattutto mal gestiti. Perché la nautica snobba i social networks? Forse si ritiene che i social non siano ecosistemi all’altezza del prodotto nautico? Perché chi è presente nei social networks non li gestisce strategicamente? Forse troppe volte hanno sentito dire che nel mondo web un cliente si perde con un click di mouse mentre nel mondo off-line si possono creare relazioni più consolidate. Questo può essere uno svantaggio ma anche un vantaggio per conquistare nuovi clienti.

Leggi il resto dell’articolo a questo link

Commenti

CONDIVIDI