blog_cucina_linguine_piccanti_alle_vongole_veraci

La pasta alle vongole è un grande classico per tutte le stagioni e occasioni. In attesa di gustarsela in un ristorante vicino al mare nel golfo di  Napoli, come da tradizione sua patria nativa, vi propongo questa ricetta nella variante con i pomodorini e l’olio al peperoncino che sembra facile, ma ha bisogno di cura nell’esecuzione.

Il tipo di vongola da usare è la verace: la si riconosce dai due cornetti che servono per filtrare l’acqua ed è caratterizzata dalla grandezza e dalla tenerezza delle carni. Per la pasta si può scegliere tra spaghetti, linguine o vermicelli, ognuno ha la sua preferita per questa ricetta!

Ingredienti
2 kg. di vongole veraci
4 h. di linguine
pomodori ciliegini
olio extra vergine di oliva
aglio
prezzemolo
pepe
sale per l’acqua dela pasta
olio al peperoncino

b2ap3_thumbnail_spaghetti-con-vongole-2.jpgPreparazione
1. Lavate le vongole sotto acqua corrente e mettetele in un recipiente con dell’acqua salata (20 g. di sale per litro). Lasciatele a spurgare un’ora e ogni tanto, con le mani, prendete le vongole e date una generosa girata. Buttate via l’acqua, cambiatela con nuova acqua salata e ripetete la stessa operazione, lasciando le vongole in acqua sempre un’ora;
2. Mettete le vongole in una pentola con del vino bianco, circa tre dita, accendete il fuoco e aspettate che le vongole si aprano;
3. A questo punto togliete le vongole dalla pentola con una schiumarola e iniziate il lavoro duro, cioè sgusciare i molluschi, tenete qualche vongola con il guscio, sempre scenografico nel piatto di portata, e buttate via quelle rimaste chiuse;
4. Tagliate i pomodorini a pezzetti avendo cura di privarli dei semi;
5. Prendete la pentola dove avete fatto aprire le vongole e travasate il liquido di cottura in una padella dove va fatto restringere. Aggiungete l’aglio tagliato a pezzetti grandi per poterlo eventualmente togliere prima di unire la pasta al sugo, i pomodorini, del dragoncello e una grattata di pepe, ma non aggiungete sale. Fate consumare qualche minuto, spegnete il fuoco e lasciate riposare un’ora in modo che le vongole assorbano i sapori e il condimento;
6. Mettete a bollire l’acqua per la pasta, scolatela al dente e  ricordate  di tenere un mestolo di acqua di cottura;
7. Fate saltare velocemente la pasta in padella con il sugo: le vongole tendono a seccarsi se le saltate troppo, se necessario unite un po’ di acqua di cottura della pasta;
8. Aggiungete all’ultimo qualche goccia di olio al peperoncino fatto in casa e del prezzemolo tritato. Un’ultima girate e portate in tavola.

Commenti