La vela è uno sport che si può praticare 365 giorni all’anno. Ovviamente non si pratica in una palestra o in un palazzetto ma non è detto che per questo, nella stagione fredda si debba per forza riporre barche e attrezzature in attesa della primavera.

La stagione di regate sulle derive come optimist o laser termina sempre più spesso con qualche regata a dicembre e non è difficile ritrovare i primi appuntamenti del calendario già a febbraio o marzo, ottenendo di fatto una stagione perpetua.

 

Nel nostro precedente post avevamo già visto come poter sistemare l’attrezzatura per far fronte alla stagione fredda. Oggi, invece, parleremo di come poter proseguire gli allenamenti anche in inverno.

b2ap3_thumbnail_allenamento-invernale-07.jpgSpesso i bambini in questo periodo sono giustamente più concentrati sulla scuola che sullo sport ma, se riteniamo possano godersi qualche ora del week end anche in mare, perché non accontentarli?

Le società veliche più strutturate, anche in inverno offrono ai loro atleti la possibilità di essere seguiti da un allenatore ma, che non ce ne sia la possibilità o che preferiate seguire voi il piccolo atleta, ecco qualche consiglio per un allenamento anche in questo periodo-

 

b2ap3_thumbnail_allenamento-invernale-06.jpgQual è il giusto allenamento invernale per un bambino?

Anche se i meno esperti possono far fatica a crederlo, la vela è uno sport molto impegnativo dal punto di vista fisico, tantopiù sulle derive.

Come per qualsiasi altra attività sportiva, un adeguato allenamento rende meno faticose e più divertenti le uscite in mare, migliora le prestazioni e fa bene a corpo e mente.

Considerate le temperature invernali, le giornate più corte, l’evidente difficoltà nel passare tante ore in mare, si può approfittare di questo momento per aumentare la preparazione “a secco”.

Certo per un giovane velista magari ancora impegnato nel “Giocovela”, non è corretto valutare un allenamento in palestra, tuttavia potete sempre motivarlo a tenersi in forma con delle corse, delle uscite in bicicletta o della attività in piscina.

Tutte queste attività aerobiche sono propedeutiche nel nostro sport, oltre che regalare una sana attività magari da svolgere assieme a tutta la famiglia.

 

b2ap3_thumbnail_allenamento-invernale-03.jpgQualche lavoretto da fare sulla barca?

Abbiamo già visto nel nostro precedente appuntamento quali sono i lavori di rimessaggio invernale per le derive dei più piccoli, ora potremmo concentrarci sulla manutenzione.

I mesi freddi sono perfetti per fare tutti quei lavoretti per i quali durante la stagione di regata non si trova mai il tempo.

Armati della nostra cassettina degli attrezzi e con eventuali minime spese di attrezzatura possiamo cogliere l’occasione per stuccare graffi e danni allo scafo, riparare qualche piccolo strappo sulle vele, lavare le scotte e assicurarci che tutti i bozzelli e gli strozzatori siano ben funzionanti.

 

b2ap3_thumbnail_allenamento-invernale-04.jpgCome vestirsi durante le uscite in mare in inverno?

Se abbiamo la possibilità di utilizzare un mezzo a motore per affiancare le uscite dei nostri giovani velisti ricordiamoci, prima di ogni altra cosa, di avvisare qualcuno a terra di quanto intendiamo rimanere in acqua, dove intendiamo andare ad allenarci e in quanti siamo.

Ricordarsi sempre di portare con se un VHF o quantomeno un cellulare da inserire in qualche custodia stagna.

Per quanto sia difficile su una deriva, cerchiamo di far restare i giovani velisti il più possibile asciutti: possibilmente con una muta stagna, degli stivaletti di neoprene, un cappellino di lana e dei guanti da vela.

Non scordatevi poi qualche barretta energetica o della cioccolata e dell’acqua da bere. Cercate di preferire le uscite in orari più caldi quindi tra le 11 e le 15.

Buon divertimento!

 

Commenti

CONDIVIDI