traino-concordia-ok

Sarà un vero e proprio convoglio marittimo a condurre e scortare la Concordia, oggi, nel suo ultimo viaggio verso Genova. In totale saranno infatti coinvolti ben 14 mezzi provenienti da sette nazioni, tra rimorchiatori, unità antinquinamento e imbarcazioni di vario tipo (compresa una barca a vela). 

 

traino-concordia

 

Il traino sarà affidato a due rimorchiatori d’altura, Resolve Earl (USA) e Blizzard (Norvegia), due “bestioni” da 2.311 tonnellate di stazza lorda e 140 tonnellate di tiro a punto fisso. Ai lati, sempre nella zona di prua delle nave, viaggeranno i due rimorchiatori di assistenza, con dotazione antincendio: il Garibaldo (Svizzera) e il Red Wolf (Spagna) con una stazza lorda di 477 tonnellate. Su un fianco della Concordia navigheranno poi il rimorchiatore Afon Cefni (Gran Bretagna), con compiti di monitoraggio ambientale, e l’unità CDT Fourcault (Belgio), utilizzata come nave appoggio per le squadre di tecnici impegnati nelle operazioni di trasporto.

Ai lati esterni della poppa della Concordia ci saranno le due navi anti-inquinamento Armonia (Italia) e Ievoli White (Italia), pronte a intervenire in caso di sversamenti in mare, oltre al pontone Ciclope (Italia) trainato dal rimorchiatore Franco P (Italia) e affiancato dalla pilotina K4. Chiuderanno il corteo, a poppa della Concordia, il rimorchiatore multipurpose Voe Earl (Gran Bretagna) e l’imbarcazione Acqua Azzurra (Italia), il cui ruolo è quello di raccogliere eventuali detriti lasciati lungo il percorso del relitto. La diligenza di imbarcazioni sarà scortata dalla Kidan (Italia), una barca a vela di 16 metri specializzata nell’avvistamento cetacei.

 

Commenti