L’acqua è la grande madre di noi tutti, dicono i biologi. E oggi, 22 Marzo 2016, è la Giornata Mondiale dell’Acqua, ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e quest’anno dedicata al tema: Better water, better jobs. Un tema molto sentito: già qualche mese fa è stato annunciata l’edizione 2016 di Un Giro per la vita, dedicato proprio all’Economia Blu, vale a dire tutto il lavoro, e il conseguente valore economico, che ruota intorno al mare e alle acque interne.

Questa giornata rappresenta un’opportunità per celebrare, dare supporto e soprattutto partecipare a una sfida sullo sviluppo: assicurare la disponibilità e una gestione sostenibile di questa fondamentale risorsa. Ogni anno quindi, l’organizzazione fornisce risorse e strumenti, ma cerca anche di ispirare le persone a prendere iniziative, organizzare attività ed eventi: l’acqua è lavoro, arte, cambiamento.

Oggi si parla d’acqua

Per il 22 marzo e in occasione delle prossima uscita ad aprile del libro, Blue Mind, Mente e Acqua. Il legame nascosto tra l’elemento liquido e la nostra mente di Wallace J. Nichols, la casa Editrice Macro ha organizzato un evento che verrà condiviso sulla loro pagina Facebook, sul blog del sito dell’editore e su Twitter seguendo #attimiblu. Personalità dello sport, ma non solo, condivideranno le proprie testimonianze sul contatto quotidiano con l’acqua. ll nuotatore campione del mondo Filippo Magnini, il campione surfista Roberto D’Amico, uno dei più grandi fotografi del mare e dell’America’s Cup Carlo Borlenghi, la campionessa d’apnea Angela Bandini e altri ancora racconteranno il loro personalissimo #attimoblu.

Commenti