bahamas

Nei primi mesi dei 2013 le Isole Bahamas si trasformeranno in uno straordinario laboratorio a cielo aperto per alcuni studenti italiani della prestigiosa Università di Padova e per i loro colleghi del College of the Bahamas. L’iniziativa, sostenuta dal Bahamas Ministry of Tourism e dal Bahamas Ministry of Environment, unitamente al Bahamas National Trust, prevede l’organizzazione di una spedizione di due settimane a bordo della barca a vela Jancris dell’eco-scrittore Alfredo Giacon.

Nel corso della missione – presentata venerdì 21 settembre al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano all’interno del suggestivo Transatlantico Conte Biancamano – gli studenti saranno impegnati nell’osservazione dell’ecosistema marino delle Isole Bahamas, diventato un vero e proprio modello di sostenibilità. Le Isole Bahamas, infatti, non sono solo una metà straordinaria per chi desidera vivere un’esperienza di benessere in un ambiente naturale incontaminato e protetto, ma rappresentano un “Hope spot”, un punto di speranza per l’ecosistema. Da qui il nome del Progetto BACH – Bahamas, a Coral reef Hope spot – messo a punto dalla Professoressa Maria Berica Rasotto del Dipartimento di Biologia dell’Università di Padova e mirato a divulgare l’efficacia delle misure messe in atto dal Governo bahamiano per la salvaguardia della biodiversità marina. Grazie alla loro ricchezza naturale, ma soprattutto grazie ad un incessante impegno nella difesa ambientale, le Isole Bahamas sono state recentemente definite da autorevoli testate internazionali un “ecosistema perfetto”.

Il Bahamas National Trust dal 1959 ad oggi ha realizzato un imponente sistema di parchi che comprende 27 riserve nazionali, terrestri e marine, distribuite su tutto l’arcipelago per un totale di oltre un milione di acri protetti, 4023 km di pareti oceaniche e buchi blu, 200 kmq di secche e banchi di corallo, 20 foreste di mangrovie. “La nuova frontiera del turismo – ha spiegato Michelangela Vismara, Console Onorario del Commonwealth of The Bahamas e Direttore per l’Italia del Bahamas Tourist Office – è rappresentata dalla consapevolezza del valore dell’ambiente, degli ecosistemi perfetti come sublimazione del rapporto tra l’uomo e la natura. Il viaggio diventa quindi un’esperienza di vita, una vera e propria conquista del benessere sia psichico che fisico, in quelle destinazioni che hanno saputo preservare uno dei più importanti patrimoni dell’umanità, la natura“.

 

 

 

Commenti

CONDIVIDI