kenji-croman-home

© 2012 Kenji Croman – All Rights Reserved – www.gokenji.com

GUARDA TUTTA LA GALLERY

Vive alle Hawaii, ha 34 anni, e la sua grande passione sono le onde. Kenji Croman ha deciso così di dar vita a un progetto fotografico in cui le uniche protagoniste sono proprio le onde, immortalate negli istanti più magici e affascinanti. Un progetto realizzato grazie a migliaia di persone che hanno creduto nel suo progetto, sostenendolo e finanziandolo grazie al crowdfunding (una sorta di finanziamento collettivo “dal basso”, per sostenere gli sforzi di persone e organizzazioni). Quota raccolta, 12mila dollari. Sailing & Travel ha deciso di farsi raccontare la sua storia.

Kenji, spiegaci bene: tutto questo lo stai facendo grazie al crowd funding?
«Esatto. Ho usato Kickstarter per finanziare il mio viaggio in Sud America, che alla fine è risultato davvero utile: lì ho auto la fortuna di incontrare moltissime persone interessate a quello che stavo facendo, che hanno deciso di supportare la mia arte. Il mio obiettivo era quello di raggiungere gli 8.900 dollari. Alla fine, abbiamo chiuso a 12.000.»

Come hai convinto la gente a supportarti?
«Li ho convinti semplicemente facendo vedere loro le mie creazioni. In questo modo ho potuto dimostrare la mia professionalità, la serietà del mio lavoro, e tutta la passione che metto in ogni singolo scatto.»

Facciamo un passo indietro: perché hai deciso di fotografare le onde?
«Per molti anni sono stato un body surfer, una disciplina molto lontana dal surf, perché per prendere onde enormi si utilizza soltanto il proprio corpo. Più volte mi sono trovato dentro a onde alte 4-5 metri: era rumorosissimo, tutto sembrava enorme. Spesso, poi, era mattina presto, per cui c’era sempre una luce incredibile, con mille colori. Lì mi sono detto: “Vorrei che la gente potesse vedere quello che sto vedendo io, e provare questa magnifica esperienza visiva.” Così qualche anno dopo, quando mi sono avvicinato alla fotografia, ho deciso di provare a fotografare le onde dal di dentro. Sia chiaro, ci sono moltissimi “surf photographers” che scattano da dentro le onde, ma tutti si concentrano sempre sul surfista, non sull’onda in sé. Io, faccio l’esatto opposto.»

Qual è il messaggio che vuoi trasmettere con il tuo progetto?
«Voglio innanzitutto trasmettere la bellezza. La bellezza dell’Oceano e la bellezza di come appare un’onda vista dall’interno. Perché le onde rappresentano, allo stesso tempo, potenza, energia, timore e rispetto.»

Dove sono state scattate le foto e con che macchina fotografica?
«Sono state fatte quasi tutte alle Hawaii, il posto in cui vivo e in cui sono nato, con una Canon 50D dotata di custodia impermeabile.»

Adesso, che farai?
«Il mio prossimo progetto è quello di aprire la mia galleria, l’inaugurazione è prevista per la primavera 2013. Vorrei anche tornare a viaggiare in Europa, per fotografare le onde del Mediterraneo. E magari proprio Sailing & Travel potrà consigliarmi qualche posto interessante!»
 
Lo faremo Kenji, lo faremo… Ma solo se ci porterai con te!

Vai alla gallery

Commenti