Si chiama Ice Swimming. E consiste nel nuotare, indossando solo costume, cuffia e occhialini, in acque a temperature inferiori ai 5 gradi centigradi. E come si vede dalle immagini spesso acque a zero gradi. È la disciplina che nei Paesi che hanno a che fare con acque fredde o freddissime (i nordeuropei, la Russia, ma anche la Repubblica Sud Africana, il Cile e l’Argentina) ha già un gran seguito, mentre da noi sta prendendo piede grazie ad alcuni eroici pionieri come Paolo Chiarino e a un’altra manciata di coraggiosi.  Questa disciplina ha deciso di accedere allo status olimpico ed è in lizza per le Olimpiadi invernali del 2022. Ci riusciranno?

Commenti