ponte a forma di vela

Viene chiamata la New York d’Europa. È annoverata tra le dieci nuove mete da visitare in Europa nella Lonely Planet Best in travel 2016.  È Rotterdam la seconda città d’Olanda. La capitale dell’Architettura moderna, con un’espressione estetica unica nel suo genere.

Rinata dalle proprie ceneri, proprio come una fenice, subì pesanti bombardamenti durante la seconda guerra mondiale, perdendo gran parte del tipico centro medievale fiammingo che la caratterizzava. Fu ricostruita, decenni dopo decenni, sbocciando in uno stile ipermoderno, che si mescola tra le varie epoche, quanto meno eclettico. Una città esuberante, cosmopolita, con un’interessante tradizione marittima lasciata nella storia.

città sul fiumeRotterdam è uno dei più importanti porti strategici europei, l’”Hub” dei Forum mondiali sull’economia marittima. Questa metropoli, tagliata in due dal canale navigabile Nieuwe Maas, è attraversata da una serie di tunnel e ponti, ed è anche per questa ragione che ha scelto di concentrare la maggior parte della sua mobilità, peraltro sostenibile dato il recente progetto delle piste ciclabili in asfalto 100% riciclabile, sulla bicicletta. Non sorprendetevi di incontrare biciclette ovunque, nei parcheggi a più piani fin sotto ponti dei canali.

1. Noleggiare una bici

Dove? Presso uno dei tanti “Rent a Bike” sparsi per il centro e armarsi di guida, oppure, partecipando a una visita guidata in gruppo tra un sito d’interesse e una degustazione della tipica cucina olandese. Come propone ad esempio www.bikeandbite.net o il Netherlands Architecture Institute.

piste ciclabiliDue importanti strade ciclabili nazionali convergono a est di Het Park. La LF2 si estende a nord verso Amsterdam, e la LF11 che si estende dall’Aia fino a raggiungere Rotterdam.

2. Visitare Overblaak

Straordinaria opera di architettura edificata nei primi anni ’80 caratterizzata da un palazzo a forma di matita e da appartamenti a forma di cubo.

architettura3. Caffè e bagel

Se ancora non sapete dove andare per una ricca colazione, prima di proseguire, fermatevi in uno dei caratteristici cafè. Come da Urban Bakery ad esempio, situato nelle immediate vicinanze dell’estroso complesso edilizio; oppure assaggiate le famose Poffertjes olandesi, mini pancakes da accompagnare con dell’ottimo formaggio olandese, oppure sciroppo al caramello. Da provare anche la specialità del “Bagel”, semplicemente un pane dalla forma rotonda, con un buco al centro, tipico della tradizione ebraica, diventato uno street food cool e urbano. Ce ne sono tantissimi, noi abbiamo provato per voi Bagel Bakery, situato nella zona poco distante al museo marittimo.

Poffertjes olandesi4. Vivere il Markthal

Non un semplice mercato coperto, ma un’esperienza visiva e in scala della cucina di tutto il mondo. Con una superficie totale di 95.000 metri quadrati. All’interno è decorato da un murale multicolor di 11 mila metri quadrati raffigurante fiori e frutti.

Markthal5. Un giro agli eccellenti musei

Come il Boijmans van Beuningen Museum, uno dei migliori musei d’Europa con la sua collezione permanente di opere che ripercorrono tutte le epoche dei maggiori artisti europei e olandesi: Rembrandt, Bosch, Van Eyck, Tintoretto, Tiziano, ma anche Duchamp, Magritte, Dalì. Per gli amanti del mare si consiglia una visita al Maritiem Museum Rotterdam, museo marittimo dedicato alla grande tradizione marittima olandese. Potrete fare un giro nel cassero di poppa di una barca tradizione olandese ormeggiata nella darsena.

museo rotterdam6. Ammirare l’Erasmusbrug

In qualunque modo decidiate di visitare Rotterdam a piedi, in bici, in tram, in metro o in water taxi (tutti i servizi di trasporto sono efficienti) fermatevi ad ammirare l’Erasmusbrug, il magnifico ponte a forma di vela lungo 800 metri costruito nel 1996 dall’Architetto Van Berkel, è uno dei simboli della città.

paesi bassi7. L’Hotel New York

Superato il ponte non perdetevi il sontuoso albergo d’epoca Hotel New York, situato presso il molo Wilhelmina, nel quartiere Kop van Zuid,  si rimane stupefatti dalle magnifiche decorazioni in stile Jugendstil e dalla storia che si respira in questo edificio. Decine di migliaia di persone in cerca di fortuna partirono dal luogo in cui ora sorge l’Hotel nella speranza di trovare una vita migliore in America.

hotel8. Visitare la pittoresca Delfshaven

L’area storica sopravvissuta alla guerra è oggi una della zone più belle da visitare a Rotterdam. In origine era il porto marittimo della città di Delft. Lungo il canale si affaccia la ricostruzione di un tipico mulino a vento visitabile in alcuni giorni della settimana (mercoledì, venerdì e sabato). Un po’ più a ovest potrete trovare negozi etnici e ristoranti di tutti i tipi.

pittoresca Delfshaven9. Bere una birra in un Bruin Cafè

Se decidete di fermarvi fino a sera a Delfshaven, consigliamo di bere un’ottima birra belga o tedesca in un tipico Bruin Cafè. De Oude Sluis è uno di questi. Una suggestiva vista dalle caratteristiche vetrine sul canale e arachidi gratis da sgusciare e gettare rigorosamente a terra!

Bruin Cafè10. I mulini

A proposito di mulini e paesaggio rurale olandese, non si può lasciare Rotterdam senza prima aver visitato Kinderdijk, una zona di straordinaria bellezza annoverata dall’UNESCO tra i siti Patrimonio dell’Umanità, costituita da diciannove mulini disposti sopra paludi bonificati e corsi d’acqua. Il modo più veloce di arrivarci è prendere un Waterbus.

amsterdam

Commenti