alsazia
Ponts Couverts e Barrage Vauban, Strasburgo, Alsazia - Foro shutterstock.com

È il borgo più bello di Francia. Così hanno deciso nel 2017 i cugini d’Oltralpe. Nel cuore dell’Alsazia, assediato dai vigneti degli straordinari Traminer e Pinot, ai piedi del massiccio dei Vosgi, Kaiserberg è un paese da cartolina con le case à colombage, le botteghe gourmand di choucroute e foie gras.

Eguisheim, Alsace, France

Eguisheim, Alsazia – Foto shutterstock.com

Tappa imperdibile della spettacolare route de vins, 170 chilometri di puro piacere da Thann a sud, a Marlenheim a nord, attraverso centinaia di cantine e domaine dei produttori di vino dove far provvista di pregiati cru, tra castelli medioevali e chiese romaniche e gotiche.

mercatini di natale

Le tradizionale ecorazioni natalizie a Colmar, Alsazia – Foto shutterstock.com

La magia del Natale in Alsazia

A Natale, un’infinità di mercatini invadono le viuzze e le piazzette di ciottoli. Le corti medioevali da Riquewirt che ha ispirato i disegnatori del cartoon “La bella e la bestia”, a Ribeauvillé e Eguishem uno dei più bei villaggi di Francia, diventano magia. In estate ospitano fiere del vino, notti di grand cru, feste di menestrelli e atelier culinari. E lo Slowup, un festival di emozioni da gustare lentamente, in bici, rollerblade, skateboard, tra i vigneti carichi di grappoli.

francia

Riquewihr uno dei più bei borghi della route du vin, Alsazia – Foto shuttestock.com

Sulle mura si può dormire a Les Remparts Riquewirt, gite de charme ricavate in dimore rinascimentali. Mentre nel borgo di Kientzheim immerso nei vigneti, ci si rifugia nella piccola abbazia d’Alspach, convento del Mille delle Clarisse convertito in hotel. Ancora più romantico l’Hameau d’Eguisheim, chambre d’hote in una casa à colombage nel domaine viticolo Pierre-Henri Ginglinger. Ma si possono anche degustare i grand crus della maison Wolfberger nelle sei boutique sparse tra Strasburgo e Colmar. E scoprire qui La petite Venise, un angolo incantevole con le facciate dai mille colori di via della Poisonnerie, sul lungofiume. A pochi passi, ci si perde tra le bancarelle del Mercato coperto, una sfilata di formaggi, dolci come la Tarte flambée.

Colmar

I bellissimi colori di Colmar, Alsazia – Foto shutterstock.com

A Strasburgo…

Si raggiunge la sorprendente cattedrale cattolica di Notre-Dame, uno degli esemplari più alti dell’arte gotica in Europa con la facciata traforata dal grande rosone, le torri e i tre portali. Mentre la bella chiesa romanica di Saint-Thomas è consacrata al rito protestante. Il must è la Petite France, il quartiere un tempo di conciatori e mugnai con le stradine strette e le case a graticcio che si specchiano sui canali. Non bisogna perdersi un giro in battello fino allo sbarramento progettato dall’architetto militare Vauban nel 1690.

Il modo migliore per terminare la vacanza è una cena all’Auberge au Zahnacker di Ribeauvillé, una sinfonia di profumi e sapori, dalla scaloppa di foie gras poêlée alle mele al prosciutto alla salsa munster. Che la festa cominci.

Commenti