maldive-sub-ok

 

Lasciata Malé Sud, si entra nell’atollo di Felidhoo e si ormeggia davanti a Rakeedhoo, un pugno di casette in blocchi di corallo che nascondono giardini di banani, frangipani e l’immancabile moschea. Gruppi di pescatori dipingono le barche coi tradizionali motivi dell’isola. Lunghe lingue di sabbia emergono dalle acque calde. Oltre il kandu, la pass di Fotteyo, la cintura di corallo lunga chilometri si getta negli abissi dell’oceano: una parete di cui nessuno potrà vedere la fine. È l’immersione più spettacolare delle Maldive. Tra i 30 e i 50 metri di profondità si aprono  moltissime grotte ricoperte ricoperte di alcionari gialli giganti, coralli rosso fuoco. Al limite sud, i colori si tingono di azzurro e viola. È lì che si avvistano banchi di carangidi, di barracuda e squali martello.

Commenti

CONDIVIDI