Marbella

Davanti agli occhi le acque azzurre del Mediterraneo, sullo sfondo le mitiche Colonne d’Ercole, Gibilterra e la marocchina Ceuta.

È la vista che si gode dal Beach club del Villa Padierna Palace Hotel nel cuore del triangolo d’oro Marbella-Benahavís-Estepona, arredato come un salotto e dal ristorante Club del Mar dove lo chef si esibisce in invitanti prelibatezze a base di aragosta e pesce appena pescato. Una location apprezzata anche da Michelle Obama che nel 2010 soggiornò quattro giorni qui con la figlia Sasha.

Villa Padierna Tra Siviglia, Marbella e Sotogrande è il golf a farla da padrone

Ma la spiaggia, attrezzata per tutti i tipi di sport acquatici, incastonata tra alte palme, non è l’unica attrazione del resort dall’architettura ispirata a un suggestivo palazzo toscano, un trionfo di terrazze, logge e perfino un anfiteatro romano. Questa è la costa del golf. Ci sono più di cento campi tra Siviglia, Marbella, Sotogrande, la località turistica fondata nel 1962 dal nordamericano Joseph McMicking. E tre sono quelli dell’albergo che ospita anche la prestigiosa Michael Campbell Golf Academy, unica scuola europea specializzata in gioco corto, diretta dal celebre campione Michael Campbell che aveva trionfato sull’invincibile Tiger Woods. Il punto di forza dei green a 18 buche Flamingos Golf, l’Alferini Golf e Tramores Golf  su cui si affaccia l’hotel è il rispetto del paesaggio e il percorso altamente tecnico.

SuitLe  130 camere, suite e ville in stile andaluso con balcone privato sono immerse in un lussureggiante giardino sub-tropicale con più di 400 specie di piante e fiori. Qua e là, opere d’arte della collezione privata del proprietario.

TerraceLa cucina, un viaggio nel viaggio

Si fa un viaggio nell’alta cucina nei sette ristoranti, dai piatti con tocchi moreschi del Sud della Spagna serviti alla Veranda, alle prelibatezze italiane della Loggia agli strepitosi sushi e sashimi del giapponese Santoku.

poolGli ospiti possono contare anche sul centro benessere di 2000 metri quadri e sui programmi taylor made del Medical Wellness, sfidarsi sui dieci campi da tennis, mentre per gli amanti dei cavalli, presso il Marbella Golf Club c’è il club ippico, anch’esso di proprietà del resort. Ma Villa Padierna è anche l’avamposto per la scoperta dell’Andalusia più vera, dai pueblos blancos come la spettacolare Ronda a Tarifa con la sfilata di spiagge bianche che si spinge verso l’Africa alla movida di Marbella. “Noche andalusa noche sultana” ha scritto il poeta Manuel Machado. In una notte argentata Ravel immaginò il suo Bolero.

L’hotel è membro della catena Small Luxury Hotels of the World che conta più di 500 hotel in oltre 80 paesi.

 

 

Commenti