Airbnb si espande: non più solo alloggi, ma ora anche viaggi ed esperienze. Ecco il futuro per la società californiana che ha lanciato, lo scorso 17 novembre, la nuova piattaforma Airbnb Trips. «Fino a ora, Airbnb si è occupato di case», ha detto il Ceo, Brian Chesky. «Oggi, Airbnb lancia Trips, riunendo in un unico luogo i posti da visitare, le esperienze da provare e le persone da incontrare».

L’applicazione è già attiva e i primi progetti, circa 500, sono stati lanciati in dodici città. Londra, Los Angeles, San Francisco, Miami, Detroit, Parigi, L’Havana, Tokyo, Nairobi, Città del Capo e Seul. E per l’Italia: Firenze. Dal 2017, a queste se ne aggiungeranno molte altre.

 

Tre le aree chiave: esperienze, luoghi e – ovviamente – case. Con la possibilità di prenotare voli e molti altri servizi da aggiungere in futuro. Il concept rimane in perfetto stile Airbnb: condivisione, la parola d’ordine. Solo che questa volta il viaggiatore non sarà soltanto accompagnato nella casa di colui che lo ospiterà, ma verrà seguito per tutta la durata del viaggio con suggerimenti e proposte in linea con le sue passioni. «Vogliamo restituire al viaggiatore un tocco di magia, riportando le persone al centro di ogni esperienza», ha spiegato Chesky.

Airbnb Ora anche le Insider Guide

Gli Host saranno anche guide turistiche. Centinaia di migliaia di raccomandazioni di chi quei luoghi li abita, insieme ai consigli di esperti e addetti ai lavori sveleranno i posti, le attività e gli indirizzi nascosti delle loro città. Le Insider Guide saranno disponibili in sei città – Los Angeles, San Francisco, L’Avana, Nairobi, Detroit e Seoul – e progressivamente ampliate. Per l’utente, la scelta è vasta. Si spazia dalla maratona in Kenya, al tour nei luoghi in cui si sono verificati terrificanti omicidi a Cape Town, alla ricerca di tartufi in Toscana.

Con tre milioni di case disponibili per la prenotazione attraverso 191 paesi, Airbnb offre la più grande e diversificata gamma di opzioni di alloggio per i viaggiatori, che sarà ora disponibile accanto alla possibilità di prenotare esperienze uniche in città. Ovviamente, il sistema di valutazione e recensione aiuterà il viaggiatore a scegliere il Trip più adatto ai suoi gusti.

GuestNuove Esperienze, oltre le proteste degli albergatori

Inutile negare che per Airbnb il momento è delicato. In tutto il mondo le proteste degli albergatori si stanno facendo spazio tra nuove ipotesi normative e richieste di tassazione. Multe salate sono state previste a New York e in Spagna per chi affitta appartamenti per brevi periodi senza rispettare le previsioni delle nuove leggi. E in Italia ancora si discute tra l’alternativa della cedolare secca e la proposta di una tassazione al 21%. Non sorprende quindi che tra polemiche, tasse e problemi di regolamentazione, Airbnb abbia deciso di cimentarsi in nuove Esperienze.

Commenti