Giancarlo Pedote
Fabrice Amedeo skipper IMOCA Newrest-Brioche Pasquier and co-skipper Giancarlo Pedote training before Transat Jacques Vabre 2017, on September 1, 2017. Photo © Jean-Marie LIOT-www.jmliot.com

Giancarlo Pedote con Prysmian, al fianco di Fabrice Amedeo, al suo esordio nella Classe IMOCA 60 per la Transat Jacques Vabre.

Inizia il conto alla rovescia per la Transat Jacques Vabre. Tutto è pronto a Le Havre per la regata transatlantica in doppio che partirà il prossimo 5 novembre. Pronte in banchina anche le 38 imbarcazioni – tra Class 40, Imoca 60, Multi 50 e ai maxi trimarani Ultime – che saranno chiamate a prendere il largo verso il Brasile. 4.350 miglia fino a Salvador de Bahia. Tra queste anche l’IMOCA Newrest Brioche Pasquier, un piano Farr del 2007, che porterà Fabrice Amedeo e Giancarlo Pedote intorno al mondo.

Transat Jacques Vabre

Fabrice Amedeo skipper IMOCA Newrest-Brioche Pasquier and co-skipper Giancarlo Pedote training before Transat Jacques Vabre 2017, on September 1, 2017. Photo © Jean-Marie LIOT-www.jmliot.com

Giancarlo Pedote pronto per una nuova sfida

Giancarlo Pedote, dopo miglia e miglia tra di Mini di serie, Mini proto, Figaro, Class 40, Multi 50, è al suo esordio nella Classe IMOCA 60. «Mi sento molto fortunato ad essere qui nel Bassin Paul Vatine. Poter prendere la partenza della Transat Jacques Vabre su un 60 piedi è un nuovo grande punto di partenza» racconta il velista. «La classe IMOCA è una classe che sogno da quando un giorno nella vita ho capito che esisteva uno sport che si chiama vela oceanica. Adesso voglio cercare di sfruttare quest’occasione al massimo, per testare i miei limiti e cercare di espletare al meglio ciò che ho imparato in questi anni in termini di feeling con la barca, strategia, analisi meteo, vita a bordo. Voglio far confluire tutto in questa regata».

LEGGI ANCHE: Andrea Fantini Racing alla TJV: abbrivio “green” per Magalè

«La nostra imbarcazione è pronta, stiamo facendo giusto dei piccoli interventi classici di routine e siamo in attesa dei controlli di sicurezza che per noi inizieranno sabato. Io intanto passo il mio tempo a ripassare gli appunti di meteorologia, per avere il percorso chiaro in mente, e ogni giorno faccio una sessione di sport per mantenermi allenato. A partire da mercoledì inizieranno i briefing obbligatori per gli skipper. In questo fine settimane ho voglia di rientrare a casa per poter passare un weekend tranquillo in famiglia prima della partenza. Continuerò a seguire la meteo ogni giorno per non perdere di vista l’evoluzione dello scenario in cui ci ritroveremo domenica e prendere una partenza nelle migliori condizioni ».

Commenti