ravagnan
La vittoria in regata e la nuova scienza del meteo. @ Mauro Melandri
Se per gli inglesi parlare del meteo significa mantenere la conversazione a un livello di pura formalità, le previsioni che oggi ascoltiamo in continuazione, hanno trasformato le condizioni del tempo in informazione imprescindibile, sia per la conversazione sia per un’uscita in barca.
La semplicità delle informazioni che riceviamo arriva da un sistema di elaborazione dati la cui complessità va oltre il nostro quotidiano, per avere un’idea il NCEI, National Centre for Enviromental Information, il più grande provider di dati sul tempo e sul clima, offre pubblico accesso al più grande archivio di dati sulla Terra, definito in 25 petabyte di dati.
barca

Barca a vela durante una tempesta – Foro shutterstock.com

La fonte dati, la potenza di elaborazione e, soprattutto, l’esperienza di chi interpreta fanno la differenza sulla qualità delle previsioni e di conseguenza sia sull’uscita in barca sia sul risultato di una regata internazionale. Ed è in questo ambito che Riccardo Ravagnan ha  applicato la disciplina della Micrometeorologia e Fluidodinamica Ambientale, nel contesto meteo marino, alle competizioni nautiche.

Il suo ruolo, anche a bordo in regata, è quello di Race Geoscientist: supporto ai team nell’analisi delle dinamiche fisico-ambientali del contesto di gara per elaborare la strategia più opportuna. Oltre alle regate si occupa di spedizioni e di record estremi, tra cui la spedizione antartica in solitaria Freeze the Moment di Alex Bellini, in Islanda sul Vatnajokull, il più grande ghiacciaio d’Europa.
storm

Mare in tempesta – Foto shutterstock.com

Scienza, esperienza, regate

Geomatica e Geotecnologie sono gli strumenti necessari per studiare i fenomeni fisico – ambientali nel campo di regata o della spedizione. «La Geomatica studia il territorio e l’ambiente attraverso l’ausilio dell’informatica. Si basa su criteri numerici e informatizzati attraverso i quali le informazioni acquisite dai sistemi di monitoraggio, e georeferenziate, sono modellizzate, elaborate e interpretate», spiega Ravagnan, «Il servizio è nato dall’esigenza di consolidare le scelte strategiche in ambito di regate veliche professionistiche, attraverso l’approccio scientifico».
meteo

Previsione meteorologica e tattica di regata.  @ Mauro Melandri

Conoscendo le caratteristiche locali è possibile perfezionare la previsione meteorologica e avere una panoramica sui fenomeni fisici che influiscono sulla tattica di regata. «La sinergia tra le specificità della geologia e della meteorologia, permette di raggiungere il dettaglio interpretativo che fino a ora è stato, spesso, bypassato a favore dell’esperienza. La caratterizzazione geologica e geomorfologica locale, permette di effettuare una correlazione delle interpretazioni e previsioni meteorologiche, in quanto è proprio il contesto geomorfologico il principale generatore della maggior parte delle variabili responsabili dell’incertezza delle previsioni meteo e dei modelli correlati. La tecnologia in ambito di elaborazione previsionistica è oggi molto sviluppata e in continua evoluzione; le variabili naturali, però, sono moltissime ed è difficile poterle inserire all’interno di un pacchetto confinato di calcoli matematici; ogni località ha delle specificità tali da definire un microclima che può non rientrare nei modelli generali», approfondisce Ravagnan.
supernikka

Vittoria di SuperNIKKA alla Maxi Rolex Cup di Porto Cervo nella classe Mini Maxi RCI. Riccardo Ravagnan ha il ruolo di Race Geoscientist. @ Mauro Melandri.

L’ultima vittoria alla Maxi Yacht Rolex Cup con SuperNIKKA e il pubblico riconoscimento di Tommaso Chieffi oppure la consulenza per la prossima impresa estrema di Alex Bellini testimoniano l’efficacia del metodo. Metodo che ha attirato anche la società Meteomed, un’azienda specializzata in previsioni e servizi meteo per la nautica da diporto e professionale, di cui Ravagnan ricopre il ruolo di Meteo Forecast & Services Manager.
meteomed

Meteo su misura

Il sistema cartografico su diversi livelli di zoom del sistema Meteomed Smart permette di consultare tutti i parametri meteo marini, ora per ora fino a 7 giorni, a cadenza bioraria fino al decimo giorno e precisione a 2,5 miglia.
La lettura su cartografia delle previsioni meteo è intuitiva e può essere utilizzata per una visione generale su tutto il Mediterraneo, 152 microsettori, più dettagliata su un singolo settore o tratto di mare antistante un porto, 2000 quelli inclusi. Cliccando su qualsiasi punto marino si ottengono tutti i parametri meteo (tempo previsto, direzione, intensità e raffiche del vento, altezza e direzione onda, onda massima, swell, pressione e temperatura acqua).
La piattaforma multicanale fornisce quindi un servizio basato sulle meteorotte e sull’allerta meteo, basandosi sui modelli matematici euro4, ecc e WW3, quest’ultimo prevede un affinamento del parametro altezza e direzione dell’onda significativa.
Il servizio prevede un abbonamento per previsioni di dati sul microsettore di mare scelto oppure su misura in base alle abitudini del velista, al tipo di imbarcazione, alle aree di navigazione e alla competenza dell’equipaggio e armatore.
Sono disponibili tre pacchetti a pagamento: Base, Premium e Top con diverse opzioni temporali e di servizio, dal bollettino automatico al meteorologo in diretta. Per l’abbonamento Race sono stati predisposti anche upgrade modulati su ogni singolo evento sportivo. Saranno gratuiti il bollettino generale del Mediterraneo, inteso come newsletter e il servizio info meteo porti per la stampa personalizzata del bollettino generale con il logo dello yacht club.
In mare parlare del tempo non è mai una pura formalità.

 

Commenti