equatore

A bordo di Italia continua la corsa di Gaetano Mura per il suo Solo Round the Globe Record. Il Class 40 di 12 metri con a bordo il velista sardo che sta affrontando il giro del mondo a vela in solitario e senza scali, era entrato in Atlantico all’alba del 27 ottobre, tagliando la linea che segnava lo start della sfida. Lo scorso 14 ottobre ha passato l’Equatore e iniziato la discesa verso il Capo di Buona Speranza che una volta doppiato, aprirà la strada dell’Oceano Indiano e dei Mari del Sud.

Dopo il passaggio dal parallelo zero, Gaetano Mura ha dichiarato di essere soddisfatto «perché abbiamo passato un punto critico in velocità e senza intoppi, guadagnando tempo e miglia rispetto alle classiche previsioni statistiche, verso il prossimo waypoint: il Capo di Buona Speranza!»

 

Al 19esimo giorno dalla ripartenza da Gibilterra, durante una telefonata satellitare con il capitano di Vascello Filippo Marini, portavoce della Guardia Costiera italiana, ha raccontato «Su Italia tutto bene, anche se sono un po’ stanco perché, negli ultimi due giorni, ho dovuto navigare di bolina, spinto da un vento che soffiava sui 20-25 nodi e in una situazione di ‘mare formato’; in questi casi si sbatte molto sulle onde e ci sono continui groppi di pioggia. Fa un gran caldo, c’è molta umidità, ma procedo verso sud. Le condizioni cambieranno».

solo round the globe record

Italia e Gaetano Mura tagliano la linea dell’Equatore ed entrano nell’emisfero Sud

Affollamento in mare: in arrivo il Vendée Globe

La navigazione atlantica potrebbe farsi affollata nei prossimi giorni con l’avvicinarsi della flotta che si sta sfidando nel Vendèe Globe: «Non li vedo ancora, ma li immagino e sento nell’aria lo scalpitare del plotone che arriva dalle retrovie. Mi emoziona. Ci sarà un breve ma intenso momento di affollamento attorno a me. Sono felice di essere qui, anch’io sul mio destriero che si chiama Italia e che è partita dall’isola dei Sardi col suo fantino alla volta del mondo. Sventoleremo la nostra bandiera».

navigazione atlantica

Italia in navigazione

Il meteo

L’anticiclone di Sant’Elena ben consolidato garantirà una spinta costante e crescente nella discesa atlantica verso sud. Evoluzioni meteo permettendo, l’obiettivo di Mura resta quello di mantenere la traiettoria ortodromica, il percorso più breve in mare fra due punti.

Sul sito ufficiale di Gaetano Mura è in funzione il tracking per seguire la rotta di Italia.

Commenti