L’annuncio ad Auckland, in anticipo rispetto alla data prevista del 30 novembre, dei nuovi monoscafi volanti in acqua nella prossima Coppa America. La 36° edizione della sfida più spettacolare di sempre si preannuncia si preannuncia uno show senza precedenti!

I dettagli con le specifiche tecniche saranno diffusi soltanto il 31 marzo dell’anno prossimo, quando saranno pubblicate le regole di classe complete per consentire a tutti gli sfidanti di cominciare a progettare le rispettive barche. Ma le prime immagini al computer diffuse lasciano già senza parole. 75 piedi di lunghezza. Foil lunghi oltre 5 metri. Sotto la linea di galleggiamento due chiglie gemelle ricurve che in assetto faranno volare fuori dall’acqua il monoscafo AC75 – stop ai catamarani – a una velocità impressionante.

«La scelta di un monoscafo era la condizione fondamentale per la nostra partecipazione alla prossima edizione dell’America’s Cup – questo è stato il primo commento di Patrizio Bertelli, presidente di Luna Rossa – non è un ritorno al passato, piuttosto un passo verso il futuro, che apre nuovi orizzonti nel settore delle imbarcazioni da regata e che negli anni a venire potrà essere messo a disposizione anche delle barche da crociera».

GUARDA ANCHE: Team New Zealand scuffia, dramma sfiorato in America’s Cup: il video

Commenti