nuova micra

Dimenticatevi la cara vecchia Micra. Ma non perché quella nuova abbassi il blasone di un modello che ha reso popolare Nissan, soprattutto in Italia. Semmai per la rivoluzione a 360°, studiata per riposizionare l’auto nel segmento B.

Non siamo irrispettosi nel dire che di Micra è rimasto solo il glorioso nome: la quinta generazione rompe in maniera definitiva con il passato ‘passato’ – fatto di numeri eccellenti: 1.350.000 unità solo nel periodo 1992-2002, il migliore – e il passato ‘recente’ dove si era abbandonata la caratteristica forma tondeggiante. Quella adorata dal pubblico femminile, con quasi l’80% delle vendite. Questa punta a essere l’Auto dell’Anno 2017 (è tra le sette finaliste) e a entrare nella top ten assoluta.

nuovo modello micraMa la nuova com’è?

La nuova Micra è la compatta più grande del segmento B, visto che ha aumentato lunghezza (+174 cm), larghezza e passo mentre è scesa in altezza. Ha sicuramente un look più ‘tosto’ con un bellissimo frontale, un buon laterale e un posteriore che invece entusiasma meno. L’abitacolo, spazioso e ben organizzato, è incentrato su una plancia “gliding wing”, che assieme al tunnel centrale forma una “T”, con linee semplici e armoniose. Bene i materiali soft-touch bicolori (di serie su tutta la gamma) e i sedili mentre il volante multifunzione “D Shape”, è davvero facile e gestibile. Quanto al bagagliaio, offre una capacità di 300 litri, senza compromettere lo spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori. Il valore sale a 1.004 litri quando i sedili posteriori, frazionabili 60:40, sono abbassati.

auto benzinaSi parte con due benzina tre cilindri (900 cc turbo da 90 Cv e 1 litro aspirato da 73 Cv) e il turbodiesel 1.5 da 90 Cv: tutti con Start & Stop e abbinati a un manuale a cinque rapporti.  Nel corso dell’anno, arriveranno altri propulsori e il cambio automatico, tra 18 mesi (forse un po’ troppi). Il più convincente del trio ci è sembrato quello a gasolio, silenzioso, e che si avvale di una coppia massima di 220 Nm a 2000 giri/minuto. Grande elasticità in marcia, volendo 180 km/h di velocità massima e consumo nel ciclo combinato tra 3,2 e 3,8 litri ogni 100 km, a seconda della misura dei pneumatici. Il 900 turbo è altrettanto divertente, viaggia con le medesime prestazioni ma consuma un po’ di più: 4,4-5,1 litri ogni 100 km. A proposito di gomme, sono le Bridgestone – studiate appositamente per Micra – che hanno avuto un tester d’eccezione in Stefano Modena e sulle continue curve dell’Adriatica (molto diversa in Croazia da quella, praticamente liscia in Italia) si sono dimostrate a punto.

posteriore micra La nuova Micra la combini come vuoi

Cinque allestimenti per la nuova Micra: Visia, Visia+, Acenta, N-Connecta e Tekna. Gli interni sono bicolori e a loro volta sono disponibili in tre diverse versioni, una per Visia e Visia+, una seconda per Acenta e N-Connecta e una terza per Tekna. Sull’ultima, infine, sono disponibili come optional gli allestimenti in pelle. Nissan ha inseguito l’obiettivo di una personalizzazione mai così alta per un modello di questo segmento, anche se solo a partire dalla Acenta. In pratica, verrano sempre aggiunti componenti extra (per ora in quattro colori) ed Exterior Pack (per ora tre). E in abitacolo si può giocare molto su materiali e colori per quattro zone specifiche, oltre a poter avere pack con contenuti a tema.

interni micra In totale si parla di un centinaio di combinazioni. In compenso, è comune a tutte una ‘signora’ dotazione di sistemi per aiutare e rassicurare il guidatore: c’è il meglio in circolazione, a questi livelli, con il tocco in più dell’Intelligent Around-View monitor. E’ il sistema di videocamera panoramica a 360° che aiuta nelle manovre e include il riconoscimento di tutti gli oggetti in movimento.

automobiliE quando le dotazioni aumentano…

Come è normale, più aumentano le dotazioni (la Tekna ha un nuovo impianto audio Bose, con altoparlanti integrati anche nel poggiatesta) e più sale il prezzo. Guardiamo quindi i plus dell’allestimento della entry level, la Visia: cerchi in acciaio da 15”, luci diurne a LED, sistema di assistenza alla partenza in salita, frenata d’emergenza intelligente, computer di bordo, sedile del guidatore regolabile in altezza, volante regolabile in altezza e profondità, console bicolore. Con il motore 1.0 a benzina costa 12.600 euro ed è già un valido mezzo. Ovvio che la Tekna, con il turbodiesel da 90 Cv – venduta a 19.800 euro – è un’altra storia. Ma già la N-Connecta con il touch screen da 7” migliora la qualità della guida e il divertimento di tutti: in questo caso si parte da 13.076 euro. Già in prevendita, la nuova Micra arriverà nelle concessionarie a metà marzo.

Commenti

CONDIVIDI