Subaru Levorg still life

Levorg, il nome, fa pensare a un personaggio tolkeniano, da Terra di Mezzo. Invece il nuovo modello Subaru, è una sintesi – curiosa – di tre parole che hanno peso per la Casa delle Pleiadi: LEgacy (5 milioni di unità vendute dall’87 a oggi, con cinque generazioni), ReVOlution (per segnare il cambio di passo sulla vettura storica) e TouRinG per chiarire la vocazione.

Se il concetto non è immediato, l’auto invece va dritta al cuore: è piaciuta ai guidatori del Sol Levante che da un anno la chiedono in misura superiore alle attese, piacerà a quelli europei fermo restando che Subaru per prima la vede di nicchia, destinata a chi ama le wagon sportive, pratiche e sicure. Sulla sportività, il bersaglio è stato centrato: se gli stilemi sono quelli delle ultime vetture di famiglia (gruppi ottici a “occhio di falco”, calandra esagonale, la rediviva presa d’aria sul cofano, la classica silhouette laterale), c’è più grinta.

Subaru Levorg salita

Levorg, un nome nuovo, ma con quasi 30 anni di storia

In abitacolo si va addirittura oltre, grazie ai numerosi componenti e inserti metallici ma anche in pelle. La plancia è segnata dallo schermo da 4,3″ pollici in alto e dal sistema audio con display da 6,2″ touch in stile smartphone al centro.

Subaru Levorg anteriore

Sportivi sono pure i sedili per la versione Sport Style, molto comodi in ogni caso, e il volante a “D”, con fondo piatto, tipico di Subaru.

Subaru Levorg baule

Il vano di carico è ampio, lineare con il piano di carico è a livello del paraurti esterno. Al di sotto del pannello del piano ci sono comode e ampie vasche per riporre oggetti. La capacità totale – comprese le vasche – è̀ pari a 522 litri. Nel baule ci sono inoltre tasche laterali con reti contenitive e un gancio che grazie all’anima metallica è in grado di portare pesi fino a 50 kg. Da sottolineare il sistema di intrattenimento audio Subaru Starlink con sei altoparlanti, bene anche l’impianto di climatizzazione.

La spinta è a benzina e in due declinazioni

A spingere la Levorg c’è un’inedita unità a benzina, ovviamente boxer – vanto di casa – a iniezione diretta, con turbocompressore. Un 1.6 litri DIT 16 V da 170 Cv, che utilizza le tecnologie sviluppate per il 2.0 da 240 Cv, montato sulla Forester.

Subaru Levorg motore

È il primo DIT di Subaru a cui è abbinata la funzione Start & Stop. Il test ha evidenziato la guidabilità e “fluidità” della Levorg, che si rivela una vettura sicuramente familiare-sportiva ma con una certa predominanza del primo aspetto: è sicuramente più comoda e affidabile che “carica” di cavalli o velleità prestazionali.

Subaru Levorg contenuto

Al di là dei numeri, la sensazione è quella di portare un’auto con motore a benzina di grossa cilindrata e non un turbo benzina di soli 1.600 cc. Non ci sono strappi né vuoti, l’elasticità della coppia regna sovrana e il silenzio in abitacolo aumenta il livello di souplesse. Il quadro è illuminato da uno sterzo perfetto, dal Lineartronic (ulteriormente raffinato per la novità) che si adatta bene alle caratteristiche del pilota e dalla trazione integrale ATS (Active Torque Split), garanzia di stabilità e di trazione, con la sua ripartizione attiva della coppia tra i due assi.

Prezzi e accessori

A rendere “nicchia” la Levorg c’è anche la scelta di sole due versioni sul mercato, con prezzi interessanti: 25.990 euro per la Free GT e 29.990 euro per la GT-S Sport Style, Entrambe hanno un buon equipaggiamento, come da copione Subaru, molto attento alla sicurezza con sistemi quali la frenata assistita.

Subaru Levorg elettronica

La versione Sport Style ha i cerchi da 18” in lega leggera d’alluminio, al posto di quelli da 17” e offre i sistemi SRVD (Subaru Rear Vehicle Detection) e HBA (High Beam Assistant), la pedaliera in alluminio, i sedili sportivi e riscaldabili, i fari LED e fendinebbia, il tetto apribile in cristallo, la keyless Access e la sempre più diffusa (e utile) telecamera posteriore.

Subaru Levorg pioggia

Commenti