mandarin oriental guide

Una nuova guida per viaggiatori, utile anche ai milanesi è Mandarin Oriental Milan City Guidebook 2017.  Una guida per viaggiatori è speciale quando consiglia itinerari e luoghi che permettano di visitare la città come turista ma di viverla come una persona del posto. Un buon “baedeker” apre le porte istituzionali, ma quando si vuole conoscere una città nuova, si chiede un consiglio personale a chi vi abita e lavora. Ed è così che nasce Milano City Guidebook 2017. La guida è stata, infatti, è stata scritta seguendo proprio i consigli di chi lavora al Mandarin Hotel Milan di via Andegari: Concierge, Chef, General Manager, Barman e Direttrice della Comunicazione, hanno svelato la propria lista di indirizzi preferiti per gustarsi al meglio la città.

Redatta in inglese, è divisa in due parti. La prima descrive i quartieri della città più nuovi e vivi, per ogni quartiere sono presentati 5 luoghi imprescindibili e una decina di consigli su esperienze da non perdersi, la seconda è dedicata ai consigli dello staff Mandarin: dai locali per l’aperitivo consigliati dal Barman ai negozi preferiti dal Cocsierge. Dall’Armani Silos all’aperitivo alla Darsena, da Villa Necchi Campiglio all’Orto Botanico di Brera, fino a La Balera dell’Ortica, Milano ha sempre nuovi spazi da svelare a chi arriva in città per lavoro o in vacanza.

mandarin

Mandarin Oriental Hotel

La guida è edita da GruppoEditoriale, ha un costo di 15 euro e si trova in albergo e nelle librerie di Milano. Da sapere: l’intero ricavato delle vendite sarà devoluto al FAI, Fondo Ambiente Italiano, l’associazione che lavora per la diffusione di una cultura di rispetto della natura, dell’arte e della storia, sua la missione di tutelare il patrimonio artistico e naturalistico italiano. Tra le molte iniziative dell’associazione, le giornate del Fai, durante le quali si ha la possibilità di visitare monumenti e abitazioni storiche normalmente chiuse al pubblico.

 

Commenti