La mia prima vela

Nei disegni dei bambini la barca a vela è un tema ricorrente: sole allo zenith, mare blu dalla leggera increspatura e vela bianca, il velista che naviga sorridente. Un desiderio di libertà che si coltiva sin da piccoli e, crescendo, non solo con l’immaginazione. L’approccio alla vela come stile di vita non ha età, i genitori navigatori girano il mondo con bambini piccolissimi: si tratta di saper andar per mare, conoscere la barca, essere pronti nelle situazioni di emergenza, essere attrezzati e amare la navigazione.

Un modo per incominciare a presentare il mare ai ragazzi è la lettura: il libro La mia prima vela di Elsa Tranchesi, istruttrice di vela FIV dal talento creativo, è un ottimo punto di partenza. Un manuale illustrato, che spiega in termini semplici ma tecnici come iniziare a sperimentare il mondo della vela. Si parte dai disegni e dalle descrizioni dei diversi tipi di imbarcazione, per arrivare alla spiegazione di come eseguire i nodi, armare la barca, regolare le vele, fino alla possibilità di iniziare con le prime regate sulle derive della classe Optimist e iniziare, quindi, con l’agonismo. Il testo si chiude con un capitolo dedicato alla storia delle imbarcazioni e ai più famosi navigatori e alle rotte delle loro esplorazioni.

Andar per mare è una attività sana e formativa, contribuisce a creare autostima, rafforza il fisico, addestra la mente all’apertura e alla elasticità. Questo manuale trasmette un patrimonio di conoscenze e impegna i bambini ad applicarle imparando a fare scelte in completa autonomia. Imparare ad andare in barca a vela diventa così un fantastico gioco.

Elsa Tranchesi, La mia prima vela, Nutrimenti Mare, 15 euro

Commenti