EcoSport Ford

Dopo la seconda generazione, ecco il restyling della EcoSport. Ford ha spostato la ruota di scorta dal portellone a sotto del piano di carico (per i nostalgici, in minoranza: come optional la rimettono dov’era prima) e ha modificato l’assetto per rendere la guidabilità ancor più simile a quella di una berlina. Una scelta lucida per la Suv compatta di casa Ford, che ha ovviamente approfittato dell’occasione per mettere le mani qua e là. Così la EcoSport 2016 ha una carrozzeria sportiva contraddistinta da linee aerodinamiche che partono dall’ampia griglia anteriore, dai sottili e avvolgenti fari con tecnologia LED, e da ampi passaruota che si uniscono armonicamente ai paraurti rinforzati.

EcoSport, equilibrato anche nelle movenze

Senza la ruota di scorta sul baule, il piccolo crossover dell’Ovale Blu ha guadagnato in armonia nella parte posteriore, che ora risulta più equilibrata. Il portellone mantiene l’apertura laterale, ma sono state modificate le cerniere per rendere più agevoli le operazioni di carico e scarico: ora se si smette di tirare il portellone si blocca nella posizione dove si trova. Il frontale si distingue a colpo d’occhio grazie ai proiettori dallo sviluppo orizzontale collegati alla grande mascherina tipica delle ultime vetture Ford. Il bagagliaio ha forma regolare e consente una capacità di carico minima che va dai 310 ai 375 litri, a seconda dell’inclinazione dello schienale dei sedili posteriori. La capacità massima invece è di 1238 litri. Non male, non male.

FordEcoSport_2015_17

Interni rivisti e passeggeri connessi

Con il restyling sono stati apportati miglioramenti all’abitacolo vedi i nuovi rivestimenti in pelle per i sedili, un diverso trattamento del volante ed un miglioramento generale delle finiture del cruscotto e della consolle centrale. Il design riprende parecchio quello della sorella Fiesta, rispetto alla quale cambiano pochi dettagli. La parte centrale della plancia è dominata dall’impianto multimediale che, anche qua, abbonda di tasti: sulla prima disorientano, ma dopo un po’ ci si fa l’abitudine. Bello il volante a tre razze con l’inserto satinato ed i comodi comandi che permettono di gestire la radio. La posizione di guida rialzata si fa apprezzare. Il sistema multimediale SYNC che, tra le varie funzioni, permette di utilizzare telefoni e lettori MP3 connessi tramite Bluetooth o USB, con i comandi vocali o con i tasti al volante. La novità è rappresentata dall’AppLink, funzione che permette di gestire vocalmente app come il navigatore TomTom, oppure Spotify, Hotels.com, Audioteka e via dicendo.

FordEcoSport_2015_05

Motori piccoli, economici ma disoddisfazione

Noi abbiamo testato EcoSport nella versione con il noto tre cilindri 1.0 Ecoboost da 125 Cv, che ancora una volta ha brillato sia nello spunto (180 km/h di massima) sia per consumi di carburante limitatissimi (18,5 km con un litro). L’aumento dei cavalli si sente e a bassi regimi è un orologio. La rumorosità si è abbassata con il maggior utilizzo di materiali fonoassorbenti e il piacere di guida ne ha tratto giovamento. Il lavoro fatto dai tecnici sul telaio (nuove barre anti-rollio, irrigidite rispetto alle precedenti, e corpo vettura abbassato di 10 millimetri) ha portato a un assetto in strada più dinamico e stabile. E per la cronaca sono stati ritarati gli ammortizzatori e adottate nuove molle. Cambiata infine la taratura del servosterzo elettronico e del controllo di stabilità ESC. Quanto ai pneumatici, ci sono i nuovi Goodyear.

FordEcoSport_2015_07

Un’auto che mette di buon umore

La gamma a benzina comprende l’altro 1.0 Ecoboost da 140 Cv e il 1.5 Ti-VCT da 111 cavalli di potenza, disponibile anche con cambio automatico a doppia frizione a 6 rapporti. A gasolio troviamo un 1.5 TDCi da 95 cavalli che raggiunge i 160 orari, accelera da 0 a 100 all’ora in 14 secondi e percorre 22,7 chilometri con un litro. Gli allestimenti sono i classici Ford (Plus, Business, Titanium), i prezzi interessanti. La nostra 1.0 Ecoboost da 125 Cv Plus – versione di entrata – costa 18.750 euro mentre la più costosa a benzina – 1.5 Ti-VCT 111 Cv Titanium – non supera i 19.500 euro. Quanto alla 1.5 TDCi, si va da 19.500 euro (Plus) a 22.750 euro (Titanium S). Per chiudere, giudizio molto personale: al di là del valore tecnico ed estetico, la Ecosport è un’auto che mette immediatamente di buon umore.

Ford-EcoSport2015_36

Commenti