I libri di ricette di una volta erano un elenco di ingredienti e spiegazioni per piatti la cui realizzazione si poteva solo immaginare. Ora i libri parlano soprattutto attraverso le immagini: l’impatto visivo trasmette sensazioni, accende l’ispirazione. Nel testo si trovano le storie che riguardano il territorio, la natura, le tradizioni culturali e gastronomiche tipiche. Quando poi il libro di ricette svela qualcosa che non si trova negli altri testi di cucina, incuriosisce il gastronomo cultore con delle foto spettacolari, vuole dire che si ha tra le mani il nuovissimo testo Sapori di lago, Lake Flavours, Cucina d’acqua dolce tra Italia e Svizzera, pubblicato da Sime Books, con testi di Maria Cristina Castelluci e foto di Susy Mezzanotte.

 

sapori-di-lago-body-1Come introduce il titolo del libro, il viaggio sensoriale tra sapori e ricette, si svolge tra gli specchi d’acqua che caratterizzano il paesaggio italiano e svizzero: in particolar modo, tra il Lago Maggiore, nella sponda svizzera del Canton Ticino, quella lombarda e piemontese, il Lago di Mergozzo, il Lago d’Orta, di Lugano, di Varese. 25 chef, stellati ed emergenti, presentano 50 ricette di cocktail, antipasti, primi piatti, risotti, secondi di carne e di pesce di lago, dessert e liquorini a base di erbe di montagna della zona. Il testo si presenta come una successione di pagine alterne di testi e foto di ricette, schede di approfondimento dedicate ai prodotti tipici, dal pesce ai formaggi, e immagini del territorio.

 

sapori-di-lago-body-2Tra gli chef che hanno partecipato al progetto ci sono Davide Brovelli de “Il Sole di Ranco” per l’Italia e Gianluca Cuppone  del “Grotto alla Baita”, per la sponda Svizzera: propongono rispettivamente dei Tagliolini verdi con lavarello affumicato e il Risotto allo Zincarlin. Il pesce di lago, lavarelli, alborelle, lucci, anguille e trote trova una delle sue migliori realizzazioni quando è passato nella farina e fritto nel burro, ma vi stupirete, scorrendo tra le ricette del libro, della sua versatilità in cucina.

 

sapori-di-lago-body-3Susy Mezzanotte, travel photographer, autrice delle fotografie del testo ci ha raccontato la sua esperienza professionale che l’ha portata a lavorare dal 2009 al 2014 tra Baveno e Stresa, sul Lago Maggiore. “Nella zona del Lago Maggiore ho vissuto ogni ora e ogni giorno di ogni stagione, per quattro anni” spiega la fotografa, “ho avuto modo di conoscere bene la luce dei laghi, in inverno e d’estate, le persone, prodotti e produttori, ristoratori e albergatori. Alla fine la mia conoscenza del territorio era così ricca che mi sono sentita pronta per comunicare in qualche modo quanto avevo scoperto. Ho proposto il soggetto alla casa editrice Sime Books e abbiamo deciso insieme di lavorare ad un libro di taglio gastronomico. È stata una scelta azzeccatissima perché è proprio nelle aree intorno ai laghi che chef famosi, italiani e svizzeri, hanno aperto i loro ristoranti. La natura incontaminata produce le materie prime, determinanti per la bontà dei piatti proposti”. Il testo bilingue, italiano e inglese, è, finalmente, la porta per valicare le Alpi.

 

Sapori di lago, Lake flavours

Cucina di acqua dolce tra Italia e Svizzera

di Maria Cristina Castellucci, fotografie di Susy Mezzanotte

Sime Books (www.sime-books.com)

Commenti