artico
Carsten Egevang© - Thule, Groenlandia, 2013. Artico. Nuova Frontiera™, Milano La Triennale.
L’Artico, terra lontana, bianca di ghiacci e di freddi silenzi, sta cambiando. Il clima definisce nuove realtà per il Circolo Polare Artico e il riscaldamento globale apre la via a un nuovo colonialismo: il progressivo scioglimento dei ghiacci aprirebbe un nuovo mondo di risorse, più veloci rotte via mare e via terra e molte possibilità di sfruttamento delle risorse naturali.
La mostra fotografica ARTICO. ULTIMA FRONTIERA™, in programma fino al 25 marzo alla Triennale di Milano, permette di capire cosa sta succedendo al Circolo Polare e quali impatti avrebbero i cambiamenti per le popolazioni locali e per l’ambiente.
artico

Carsten Egevang© – Scoresbysund, Groenlandia, 2012

Curata da Dennis Curti e Marina Aliverti presenta 60 fotografie in bianco e nero scattate da tre maestri della fotografia di reportage: Paolo Solari Bozzi (Roma, 1957), Ragnar Axelsson (Kopavogur, Islanda, 1958) e Carsten Egevang (Taastrup, Danimarca, 1969). La rassegna è un’indagine approfondita, attraverso tre angolazioni diverse, su un’ampia regione del Pianeta, che comprende la Groenlandia, la Siberia e l’Islanda, e sulla vita della popolazione Inuit, di sole 150.000 persone, costrette ad affrontare, nella loro esistenza quotidiana, le difficoltà di un ambiente ostile. «In queste immagini», afferma Denis Curti, «l’imminenza del riscaldamento globale si fa urgenza, mentre si apre un confronto doloroso in cui l’uomo e le sue opere vengono inghiottiti dall’immensa potenza della natura. Bellezza e avversità sono i concetti su cui si fonda questo progetto, con una mostra che intende riportare l’attenzione sui paesaggi naturali e le tematiche ambientali dei nostri giorni».
neve

Ragnar Axelsson© – Nenets, Siberia, 2016

La bellezza estrena dell’Artico

Ragnar Axelsson lavora fino dagli anni Ottanta per documentare la vita degli Inuit, tra i cacciatori del nord della Groenlandia, gli agricoltori della Atlantico settentrionale e gli indigeni della Siberia. Egavang stabilitosi in Groenladia dal 2002 al 2008 presenta un viaggio tra la natura e la vita tradizionale delle popolazioni artiche. Paolo Solari Bozzi espone un lavoro inedito: il reportage del suo viaggio, tra febbraio e aprile 2016, sulla costa orientale della Groenlandia, durante il quale ha visitato i pochi villaggi rimasti, riportando la quotidianità di una popolazione che ha scelto di vivere in un ambiente difficile.
fotografia

Paolo Solari Bozzi© – Tiniteqilaaq, Groenlandia 2016

Il tema dell’ambiente e della natura da preservare potrà essere approfondito grazie a tre documentari che permetteranno di capire più a fondo la vita artica, nella sua bellezza estrema come le stesse condizioni di vita: SILA and the Gatekeepers of the Arctic, realizzato dalla regista e fotografa svizzera Corina Gamma; Chasing Ice,  diretto dal fotografo e film-maker americano James Balog; The Last Ice Hunters, dei registi sloveni Jure Breceljnik e Rožle Bregar.
eschimesi

Last Days of the Arctic, Photos © Ragnar Axelsson, 2010.

Per approfondire le nuove dinamiche nel rapporto uomo natura, il 27 febbraio, alla Triennale di Milano, si svolgerà il Summit on Climate Change , una giornata durante la quale scienziati, politici ed imprenditori italiani ed internazionali dalle migliori Università e Centri di Ricerca, si confronteranno sul cambiamento climatico.

La mostra ARTICO. ULTIMA FRONTIERA™, è ad ingresso libero.

Commenti