nobuyoshi araki
Untitled, 2016 © Nobuyoshi Araki / Courtesy Galleria Carla Sozzani, Milano.

Conosciuto in tutto il mondo per la sua potente estrosità artistica, Nobuyoshi Araki  è un fotografo giapponese di Tokio. La Galleria Carla Sozzani di Milano presenta la sua ultima mostra, dal titolo perfetto, ARAKI AMORE, a cura di Filippo Maggi. Dal 18 novembre 2017 al 12 febbraio 2017 più di 80 opere, molte delle quali inedite e realizzate negli ultimi due anni, che con immediata fisicità, trasmettono l’universo di ARAKI attraverso i ritratti, le composizioni floreali, la metropoli e soprattutto i nudi, in cui si percepisce tutta la sensualità del fotografo e della tradizione erotica giapponese.

Da sempre legato al tema dell’amore e della morte, Araki, famoso per le sue immagini ostentate e intime, ora lavora sul tema femminile evocandolo: nelle figure di danza della ballerina Kaori e nell’utilizzo di bambole e pupazzi che hanno sempre popolato il suo mondo onirico. Bellezza e caducità, i temi che rappresentano l’intima essenza dell’anima giapponese.  Araki afferma di non conoscere le donne, durante una conversazione con il curator: «Ti dirò una cosa che potrà sembrare estrema, assurda: io non so nulla sulla natura delle donne. Attraverso l’obiettivo cerco di arrivare all’essenza delle cose e, nel caso delle donne, di ciò che sono, il loro vivere quotidiano oppure la loro sessualità. Tutte però sono diverse l’una dall’altra, per questo continuo a scattare».

araki

Untitled, 2016 © Nobuyoshi Araki / Courtesy Galleria Carla Sozzani, Milano.

Araki appartiene alla generazione degli artisti emergenti negli anni 60, il Giappone sta esplodendo, l’economia è in salita e l’urbanizzazione rappresenta lo stacco con le tradizioni: di quegli anni, il fotografo, coglie le profonde trasformazioni culturali e sociali. Dai bar karaoke, ai giocattoli giapponesi, alle scene di strada, fino all’ispirazione artistica legata ai mostri mitici giapponesi, tratti dal genere cinematografico del Kaiju, che attaccano le città giapponesi.

Untitled, 2016 © Nobuyoshi Araki / Courtesy Galleria Carla Sozzani, Milano

Untitled, 2016 © Nobuyoshi Araki / Courtesy Galleria Carla Sozzani, Milano

In mostra alla Galleria Sozzani anche tre nuove opere uniche, composizioni di più di 100 polaroid ciascuna, a colori e in bianco e nero, scelte e accostate dall’artista e un video documentario che presenta, per la prima volta in Italia, Nobuyoshi al lavoro in una sessione di nudo con la danzatrice Kaori, realizzato nel luglio dello scorso anno a Tokyo.

Questa mostra è inserita nelle celebrazioni ufficiali del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia.

Commenti