Entra in vigore il 14 dicembre 2014 il regolamento dell’Unione Europea (1169/2011) sulle nuove norme che riguardano le etichette alimentari: il consumatore avrà accesso a più dati, a informazioni più dettagliate sui prodotti acquistati e soprattutto alla presenza di allergeni..

Saranno aggiunte informazioni su 14sostanze che provocano allergie (uova e latte e poi dai cereali alla soia, alla senape e al sedano, anidride solforosa, solfiti e molluschi, lupini e semi di sesamo, frutta a guscio, pesci e crostacei) le  dimensioni dei caratteri del testo avranno una dimensione minima “leggibile” senza la lente di ingrandimento e poi saranno più precise le tabelle nutrizionali. Deve essere indicata l’origine e la confezione non deve dare indicazioni fuorvianti

Questione di etichetta

La nuova “etichetta” riguarda anche i prodotti non confezionati e i piatti dei menu nei ristoranti, il consumatore finale dovrà essere informato sugli eventuali allergeni contenuti nei cibi ordinati. Mentre l’Europa si adatta collettivamente alla normativa, noi possiamo partecipare a un sondaggio alimentare, ovvero una Consultazione pubblica relativa alle indicazioni di origine in etichetta dei prodotti agroalimentari. Indetto dal Ministero delle Politiche Agricole, Mipaaf, si può partecipare fino al 7 gennaio 2015. Così, freschi di etichetta, oggi siamo pronti per gli spaghetti alla bottarga e pesto, ricetta di Anna Maria Selis,  di Olbia, che mi ha spiegato come realizzarla durante una memorabile maestralata tutta sarda. L’aggiunga del pesto di basilico agli spaghetti aglio e bottarga è da provare. E c’è anche l’ingrediente segreto! Svelato e provato!

 

Cosa vi serve per 4 persone

b2ap3_thumbnail_Spaghetti-bottarga-ingredienti.jpg400 grammi di spaghetti

80 grammi di bottarga, la dose è 100 grammi di bottarga per 500 grammi di pasta. La bottarga deve essere fresca, bionda, di muggine, anche se quella di tonno è buona. Preferite quella fresca che ha un sapore più delicato rispetto a quella che si acquista nei vasetti. 

2 spicchi d’aglio

peperoncino qb

olio extra vergine di oliva

4 mandorle

60 grammi di pesto di basilico per la versione verde. 

 

Preparazione

1.  Rosolate due spicchi d’aglio, quando ne sentite il profumo spegnete. Aggiungete del peperoncino.

2. Spelate la bottarga e grattugiatela, tritate quattro mandorle e unite i due ingredienti in una ciotola..

3. Fate bollire l’acqua per la pasta e cuocetela. Tenete dell’acqua di cottura, in caso, per il pesto.

4. Saltate la pasta nella pentola con l’olio al profumo di aglio. Trasferite gli spaghetti in una ciotola, (nel caso aggiungete ora il pesto di basilico),  condite con  olio  extra vergine di oliva e spolverate sulla pasta il mix di bottarga e mandorle come se fosse parmigiano.   

5. Servite a tavola accompagnando i piatti con dei ciotolini pieni di bottarga grattugiata da aggiungere alla pasta. 

Commenti