Per una cena vacanziera vi propongo una zuppa cremosa di benauguranti lenticchie, il miglior legume per il Capodanno, con mazzancolle insaporite dall’aglio e peperoncino. Si dice da sempre che le lenticchie portino soldi e fortuna, e proprio per questo motivo, sarebbe auspicabile considerarle tutto l’anno. La zuppa si può preparare in anticipo, ma le mazzancolle e le cipolle devono essere aggiunte solo all’ultimo minuto nei singoli piatti.

 

A questo punto vi auguro ottimi pranzi e sontuose cene marinare fino alla Befana, torneremo a metà gennaio con un’intervista a Josh Tetrick, Ceo di Hampton Creek Foods che ci racconterà di Beyond Eggs, il suo uovo vegetale.

 

Ingredienti per quattro persone:

 

– 250 grammi di lenticchie rosse

– 5 tazze d’acqua

– 1 porro

– 1 cipolla rossa

– 1 cucchiaino di curry dello Sri Lanka

– 1 cucchiaino di curcuma

– zenzero fresco (1 cucchiaino in polvere, due cucchiaini se grattugiato fresco)

– 1 carota

– olio extra vergine oliva

– 12 mazzancolle

– aglio

– peperoncino qb

– burro qb

 

Preparazione:

 

1. Lavare le lenticchie sotto l’acqua corrente. Per questo tipo di lenticchia non è necessario l’ammollo;
2. Affettate il porro, tagliate finemente a pezzettini la carota, tagliate lo zenzero a listarelle sottili o grattugiatelo;

3. Preparate un soffritto con la cipolle, fatele dorare e poi aggiungete il curry, lo scalogno, la curcuma e fate amalgamare bene gli ingredienti aggiungendo a poco a poco l’acqua;
4. Aggiungete le lenticchie, portate a bollore, coprite e fate cuocere per una quarantina di minuti (venti minuti dal fischio se cuocete in pentola a pressione). Aggiungete sale e pepe;
5. Una volta cotta e raffreddata dovete passare la zuppa al passa-verdure (con il mixer le bucce delle lenticchie non si sfaldano del tutto e la zuppa non risulta cremosa. Ho usato le lenticchie rosse bio dell’Esselunga, non decorticate. Se usate quelle rosse egiziane non avrete questo problema perché di solito sono decorticate);
6. Nel frattempo pulite le mazzancolle, se sono congelate cuocetele quattro-cinque minuti in acqua bollente, passatele poi in un padellino con burro, aglio e peperoncino (chi non lo ama lo sostituisca con la paprika);
7. Tagliate la cipolla rossa a fettine e fatela rosolare-friggere in una padella con dell’olio. Tenete sott’occhio le cipolle mentre le cuocete perché per friggere la temperatura deve essere elevata e  il rischio che si brucino è concreto;

8. Preparate i piatti di portata con la zuppa, aggiungete tre mazzancolle per piatto e guarnite con la cipolla fritta, godurioso ingrediente del piatto.

 

Per i riferimenti di base della zuppa di lenticchie: Zuppe, Ed. Gribaudo – Parragon, 2004.

 

 

Commenti