Dopo una giornata di fantastico lavoro prove, assaggi, degustazioni e visibili culinari passata tra gli stand di Milano Golosa, la manifestazione enogastronomica dedicata ai sapori più particolari e ricercati organizzata dal gastronauta Davide Paolini, , ecco, secondo noi e citando il capo, le proposte più interessanti.

 

Trattando di mare, partiamo dal sale: Ufuud propone una selezione di sali marini della islandese Salverk, di cui sono importatori esclusivi. Sono sali speciali dalla lavorazione sostenibile e artigianale, estratti grazie alle sorgenti geotermiche della terra dei ghiacci. Tra le proposte il Lava Salt, preparato con il carbone attivo delle rocce laviche: dalle proprietà antiossidanti, garantirà un interessante effetto scenico.

b2ap3_thumbnail_milano-golosa-ufuud-sale.jpgUna seconda qualità, il sale alla liquirizia, arricchito dal sapore delle radici della radice persiana, può essere usato, per esempio, nelle marinature. Dallo stand hanno consigliato Birch Smoked Salt, affumicato con il legno di betulla, per esaltare i piatti di pesce.Uff ud è un sito e-commerce di specialità gastronomiche italiane, 530 prodotti da tutte le regioni italiane, in apertura verso specialità da più parti del mondo. Fate un giro nel loro gustoso sito, riceverete tutto a casa con rispetto della catena del freddo.

 

Essenza di alici

b2ap3_thumbnail_milano-golosa-3.jpgApprodiamo nella Costiera Amalfitana, con le proposte di Acquapazza Gourmet, una piccola azienda artigianale di Cetara, dove, come da tradizione si producono sia la Colatura di alici, solo quelle del Golfo di Sorrento, sia le alici salate, conservate alternate a strati di sale in cocci di terracotta. La signora Imma mi ha mostrato le foto del Golfo di Cetara e consigliato di cucinare gli spaghetti con la colatura di alici: profumati, eccezionalmente gustosi. 

 

Allegri, ci son le alghe

Rimaniamo al Sud con la Schooner di Empoli, specializzata in prodotti confezionati di alta qualità, polpi, gamberi, bottarga, salmone; a Milano Golosa abbiamo studiato e provato le alghe, importate dalla Bretagna. La Porphyre-Nori, per esempio, è buonissima come caviale su fette di patate al forno, oppure fritta. Le alghe hanno ottime proprietà nutritive, sono ricche di minerali, proteine e vitamine. Torneremo in un prossimo blog sull’argomento.

 

Largo al salmone

Di stand in stand abbiamo definitivamente capitolato all’assaggio del Coda Nera, il salmone affumicato, l’eccellente. Dopo aver ascoltato la storia di come nasce questo raffinato e gustoso filetto, se ne capisce il perché: dalla scelta dell’alimentazione del salmone alla cura del mastro affumicatore che controlla le fasi della lavorazione, tutto è dedicato alla ricerca della migliore qualità. Ne esistono tre tipi, il Coda Nera, il Coda Nera Riserva, il salmone Label Rouge, per dire il meglio delle isole più remote a nord della Scozia e della Norvegia e il Coda Nera Millesimanto. L’azienda da contattare è La Nef

 

Olio e pomodoro

Continuiamo con un passaggio-assaggio dell’olio DOP gardesano del Frantoio Valtenesi, dal gusto fruttato e leggermente piccante, perfetto per i piatti marinari e magari un crostino di pane con l’estratto di pomodoro di TQB, Tanto Quanto Basta, di Belvedere in provincia di Siracusa, 

 

 E per bere…

b2ap3_thumbnail_milano-golosa-2.jpgE per un finale degno della manifestazione abbiamo chiesto a Silvia Stefini, della cantina 1701 in Franciacorta, di raccontare dei suoi vini e ci siamo fatti consigliare qualche abbinamento. Il pluripremiato Vintage 2009, un millesimato prodotto in 6701 bottiglie, è un Franciacorta elegantissimo e con un equilibrio gustativo sorprendente, ideale con crostacei, pesce al forno e crudo di mare. Per quanto riguarda il Brut, il Satèn e il Rosè, a parte i classici accostamenti con salumi, formaggi e risotti, Silvia ci stupisce consigliandoci un abbinamento insolito, la pizza margherita: «Il Rosè 1701, 100% Pinot Nero, è la morte sua». 

Commenti