Oggi vi propongo un piatto della cucina tradizionale turca: spiedini di cozze accompagnati da una salsa tipica a base di pane e frutta secca. E’ un piatto ormai diventato parte delle guide allo street food, una delle ultime tendenze modaiole culinarie.
In effetti i piatti tradizionali che si possono gustare appena preparati ai bordi delle strade delle città turche o direttamente sul molo alla fine del ponte di Galata a Istanbul, dove attraccano le barche dei pescatori che offrono pesce fritto, in particolar modo il palamita, sono gustosi e indimenticabili. Le acciughe, hamsi, occupano un posto speciale nella cucina anatolica e il balik ekmek è il panino di pesce più conosciuto e cucinato, preparato con sgombro grigliato, cipolle, insalata e una spruzzata di limone.

b2ap3_thumbnail_cozze-fritte-2.jpgLe cozze fritte alla birra, midye tavasi birali, insieme alla salsa tarator sono davvero speciali. La preparazione richiede pazienza e tempo, la vostra cucina potrebbe sembrare un laboratorio sperimentale di bambini in libertà, ma una volta assaggiati gli spiedini vi dimenticherete tutto. La salsa tarator originale si dice sia senza yogurt, quindi solo pane raffermo privato della crosta, frutta secca (noci oppure nocciole o un misto delle due con aggiunta di pinoli), succo di limone o aceto, il tutto frullato con olio extra vergine di oliva. Qui la troverete la versione  con l’aggiunta dello yogurt.

Ingredienti:
– 1 kg di cozze
– 1 lattina di birra
– olio per friggere
– 2 uova
– 200 grammi di farina
– 2 fette di pane bianco raffermo senza crosta
– 50-70 grammi di noci (si possono mescolare con nocciole e pinoli)
– 2 spicchi d’aglio
– 2 cucchiai di limone
– una confezione di yogurt denso
– 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva

Preparazione:
1. Iniziate a preparare la salsa tarator. Bagnate il pane per qualche minuto, poi strizzarlo con le mani per far uscire un po’ d’acqua. Passare al mixer la frutta secca, aggiungere il pane inzuppato, l’aglio, due-tre cucchiai di succo di limone. Mescolare bene gli ingredienti, metterli in una ciotola, aggiungere lo yogurt, due cucchiai d’olio extra vergine di oliva e condite con sale e pepe. Mettete in frigorifero,  servite con dell’aneto tritato.
2. Sciacquate le cozze sotto l’acqua corrente, togliere tutte le “barbe”, una ad una ed eliminate con una spugnetta i residui che si trovano sul guscio dei molluschi.
3. Mettete sul fuoco una pentola con un bicchiere di birra e aggiungete con una certa cura le cozze.  Coprite e agitate  la pentola di tanto in tanto. Le cozze si devono aprire leggermente. Una volta aperte toglietele dalla pentola, fate scolare tutto il liquido, private i molluschi dei gusci. Asciugate i muscoli con della carta assorbente.
4. Montate a neve ferma i due bianchi d’uovo. In una ciotola mettete la farina aggiungete la birra che è avanzata e da ultimo i bianchi d’uovo montati a neve. Amalgamate delicatamente gli ingredienti fino a ottenere la  consistenza di un pastella densa e fate riposare per una mezz’ora.
5. Infarinate le cozze (poche alla volta altrimenti si attaccano tra loro)e successivamente passatele nella vostra pastella alla birra.
6. Preparate un padella con l’olio e iniziate a friggere le cozze. Una volta dorate prendetele con una schiumarola e fatele riposare su un piatto asciugandole con della carta assorbente. Aggiustate di sale.
7. Infilate le cozze sugli spiedini e servite con la salsa tarator.

Commenti