mirpuri foundation

È partito ieri pomeriggio da Mindelo, nell’arcipelago di Capo Verde, il VOR 70 (ex Green Dragon) che lo skipper Paulo Mirpuri, presidente della fondazione filantropica Mirpuri Foundation, condurrà con un gruppo di velisti professionisti fino all’isola di Barbados, nei Caraibi. Un progetto nato per promuovere la salvaguardia degli oceani e per strizzare l’occhio, in futuro, proprio alla Volvo Ocean Race, il giro del mondo a tappe in equipaggio.

«Questa traversata oceanicaha raccontato Paulo Mirpurivuole promuovere il lavoro svolto dalla Mirpuri Foundation per la salvaguardia degli oceani, e la scelta di Capo Verde come punto di partenza non è stata affatto casuale. Sappiamo infatti che l’economia dell’arcipelago è basata quasi esclusivamente sulla pesca, e il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare le autorità locali per lo sviluppo di un piano di preservazione di questo incredibile patrimonio mondiale.»

mirpuri-foundation-transatlantic-crossing-1Un messaggio rimarcato anche dalla proiezione del video “Eleven hour wake up call -Save the Ocean Program” realizzato dalla Mirpuri Foundation in collaborazione con altre fondazioni benefiche, con l’obiettivo di sensibilizzare le future generazioni sulla salvaguardia dei mari del mondo.

Da Capo Verde a Barbaods

Alla partenza del VOR 70, festeggiata dalla presenza di ballerini e musicisti del carnevale capoverdiano, erano presenti anche alcuni pescatori della Salamansa Fisherman’s Association, capeggiati da Manuel Teodoro Bandeira, il pescatore più anziano dell’isola con ben 97 anni, e il diver Nuno Marques da Silva, con 28 anni di esperienza nei mari di Capo Verde, che ha sottolineato l’importanza della salvaguardia della barriera corallina e della fauna marina, già devastate da un’eccessiva e non razionale attività di pesca. «Una soluzione – si legge nel comunicato inviato dalla Mirpuri Foundation – potrebbe essere di ricreare reef artificiali sfruttando antichi relitti da ripopolare e da collocare in punti strategici tra Capo Verde e le coste africane.»

mirpuri-foundation-transatlantic-crossing-6

Ora, la barca della Mirpuri Foundation è attesa da una traversata atlantica alla volta di Barbados che si preannuncia già impegnativa: «Questa notte avremo 30 nodi di vento e onde di circa 5 metriha spiegato il co-skipper e project manager Johannes Schwarzma poi ci aspettiamo condizioni meteo quasi perfette, con un sistema di alta pressione stazionario nel Atlantico del Nord che ci permetterà una navigazione di 2.000 miglia tutta di poppa fino a Barbados. E grazie alle incredibili performance di cui sono capaci i VOR 70, tra i monoscafi più veloci al mondo, prevediamo di arrivare a destinazione tra 5 o 6 giorni, con ETA fissata al 4 febbraio.» (E noi di Sailing & Travel Magazine, saremo proprio a Barbados per documentarvi tutto, seguiteci sul magazine e sui nostri social network!)

mirpuri-foundation-transatlantic-crossing-4

Terminata la traversata, l’impegno di Paulo Mirpuri non si fermerà qui: «Basandoci sui valori cari alla Mirpuri Foundation, e cioè il coraggio, l’etica, lo spirito di squadra, l’innovazione, la tecnologia e la professionalità, con questa traversata vogliamo gettare le fondamenta per una partecipazione alla Volvo Ocean Race 2020, con un equipaggio portoghese e velisti che possano diventare ambasciatori della Mirpuri Foundation, in grado di portare il messaggio “per un mondo migliore” in giro per tutto il mondo.»

Commenti