brigantes

BRIGANTES: il primo, concreto, progetto di trasporto marittimo in Italia che permette di ripensare un’economia del mare più sostenibile. Ve ne abbiamo parlato un po’ di tempo fa.

brigrantes

Lavori sullo scafo in acciaio. Vista della prua

Un veliero del 1911 dal nome BRIGANTES, di alta qualità tecnica e storica, è in questo momento nello storico cantiere Da.Ro.Mar.Ci Navalferro di Trapani per essere completamente restaurato e adibito al trasporto di prodotti biologici, merci organiche e di lavorazione artigianale. Tutto questo a emissioni 0, sfruttando solo l’energia del vento e quella rinnovabile autoprodotta a bordo.

cantiere barche

Lavori sullo scafo in acciaio. Vista della poppa

Cosa è successo in quest’anno

Torniamo a parlarvene per fare il punto della situazione sul suo straordinario refittaggio, frutto del contributo di centinaia di appassionati che credono nella sua realizzazione. Primi fra tutti i soci fondatori della Brigantes Shipping Ltd.: i fratelli Kravina, Oscar e Daniel, l’ingegnere navale tedesco Tobias Blome e il marinaio Giuseppe Ferreri. Questo brigantino di 30 metri, può caricare fino a 220 tonnellate di merci. Ad oggi, circa l’80% dei lavori allo scafo in acciaio è stato ultimato grazie agli interventi di carpenteria metallica e pitturazione conservativa (segui le evoluzioni). Il passo successivo sarà la ricostruzione degli interni, utilizzando per la maggior parte materiale ecologico come il legno. Verrà riprogettato e ricostruito l’apparato velico, rimanendo fedeli al design dell’epoca. Sarà ripristinato il sistema elettrico, supportato da fonti rinnovabili quali fotovoltaico e turbine aerodinamiche, donando nuovamente vita alla nave agli inizi del 2019.

veliero

Lavori sullo scafo in acciaio. Veduta aerea

Brigantes sarà operativo a partire dalla primavera del 2019 e farà rotta commerciale (e non solo) tra l’America del Nord, il Sudamerica e il Mar Mediterraneo. I servizi della compagnia si rivolgono principalmente a quegli operatori del commercio alternativo che hanno saputo cogliere la sfida di una sostenibilità dell’economia, ovvero le aziende del biologico e dell’equosolidale. Prodotti quali caffè, cacao, tè, cioccolata, semi, spezie, vino, rum, verranno trasportati in base alle rotte battute e agli sviluppi di questa nuova rete commerciale del trasporto a vela. Dove per “rete”, Brigantes, intende non solo collaboratori, ma soprattutto compagni di avventure con cui condividere una nuova visione dell’intermodale che va a integrarsi perfettamente con progetti di trasporto merci di diversa natura, come la mobilità su rotaia, la mobilità elettrica, progetti di recupero delle vie fluviali interne e della trazione animale via strada.

cantiere

Lavori sullo scafo in acciaio Ricostruzione cassero di prua

Brigantes, un progetto per il bene del pianeta

Sicuramente un progetto dallo sfondo etico-ambientalista, ma dai risultati davvero concreti. Di una cosa, infatti, siamo certi: attualmente la dipendenza dai combustibili fossili continua a inquinare il pianeta e che le energie rinnovabili non rappresentano una soluzione immediata a tale fenomeno. Il vento, attraverso il trasporto a vela, rimane, quindi, la più valida fonte di energia per il commercio e i viaggi. E non siamo i soli a pensarlo. Infatti, lo scorso 3 Dicembre si è tenuta a Vienna la prima riunione annuale dei soci di Brigantes. Ma tante altre saranno le iniziative in giro per l’Italia per promuovere il progetto, conoscere la “Crew Brigantes” e avere la possibilità di essere quel tassello che farà unica la storia di questa compagnia. Un’occasione per tutti coloro che vorranno finanziare il restauro attraverso le donazioni, il crowdfunding. Attraverso l’acquisto di azioni aziendali (crowdinvesting), poi, si diventa a tutti gli effetti comproprietari della nave.

vela

Lavori sullo scafo in acciaio. Vista della prua

Già più di 200 azioni sono state vendute (su di un totale di 1600) a persone di ogni età, grazie ad internet (vai al sito)e alle piattaforme social. Chiunque, può contribuire concretamente al miglioramento dell’ambiente e dell’economia, soprattutto del mare. Brigantes ha come obiettivo quello di creare una cultura sana di trasporto che promuove la conservazione dell’ambiente per le generazioni future. «Stiamo costruendo qualcosa di più grande di una nave. Stiamo costruendo una comunità», afferma Alessia Rossetto, portavoce Brigantes.

Commenti